Hisense Laser TV, 100 pollici, 4K, HDR e…

Una delle più interessanti novità all’ultima edizione dell’IFA di Berlino? Un televisore che in realtà è un videoproiettore 4K a tiro corto, capace di generare immagini sino a 100 pollici di diagonale collocato a poco più di 50 centimetri di distanza dalla parete/schermo

Un tempo, per ottenere immagini ‘grandi’, c’era solo il videoproiettore (a tubi, all’epoca). Poi qualcuno inventò la retroproiezione, cioè un sistema di visione all-in-one, quasi un grande ‘mobile tv’ con lo schermo in alto di notevoli dimensioni. All’interno del mobile, un videoproiettore vero e proprio emetteva il fascio luminoso, riflesso da uno specchio e inviato sul retro di uno schermo.

Abbastanza diffuso per un po’ negli Stati Uniti, il retroproiettore in realtà non sfondò mai in Europa, anche per il progressivo arrivo dei Flat TV da una parte e l’abbassamento del prezzo medio dei videoproiettori dall’altra.

Hisense, costruttore cinese che opera da quasi mezzo secolo sul mercato e dispone del centro R&D più grande al mondo, già da qualche tempo era impegnato nello sviluppo di una nuova declinazione della visione domestica, un TV/non TV che cerca di coniugare le dimensioni di schermo ottenibili con i proiettori e la semplicità di installazione e d’uso dei televisori. Nato in HD, questo prodotto si è poi evoluto ‘naturalmente’ in UHD, ed è stato notato al CES, prima, e all’IFA di Berlino poi, nei giorni scorsi,  risultando uno dei più interessanti in mostra.

Naturalmente non si tratta di ‘Laser TV’, né, come è scritto sul sito italiano dell’azienda, il prodotto è ‘composto da un display LED da 100” (…) e da un subwoofer (…).’, ma di un oggetto – il cui nome completo è Laser Cast 4K – che non è appunto un televisore laser, ma un sistema di visione (ovvero un sistema di ‘televisione’) formato da un proiettore vero e proprio – compatibile HDR – a ottica corta e uno schermo a parete.

Il proiettore – posto a poco più di mezzo metro dalla parete – è capace di generare immagini da 100” in 4K (o meglio UHD, 3840×2160 pixel), ed appunto utilizza il laser come sorgente luminosa, come ormai sempre più spesso accade (al cinema quasi tutti i proiettori installati più recentemente sono laser). Una soluzione che permette – fra l’altro, un ciclo di vita più lungo del prodotto e una maggiore affidabilità, oltre che ottime prestazioni in genere (anche se Hisense dichiara solo il valore della luminosità, oltre 2.500 lumen).

Le altre caratteristiche prevedono l’adozione di tutti i circuiti necessari ad un comodo uso ‘televisivo’: troviamo così tuner integrato, il supporto surround 5.1, l‘interfaccia VIDAA degli altri modelli Smart TV Hisense, il Wi-Fi dual-band 802.11ac e così via.

Insomma, un sistema che offre la funzionalità di una moderna TV, con le immagini proiettate da una sorgente laser… come dice Hisense, in fondo, una Laser TV!

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest