Maremetraggio 2012: and the winner is…

Si è conclusa la tredicesima edizione del festival del cortometraggio di Trieste, con folta partecipazione di pubblico e un nutrito calendario di eventi. Ecco, sezione per sezione, i premi assegnati dalle varie giurie professionali e dagli appassionati.


Boom di pubblico per la 13° edizione del festival triestinoMaremetraggio (che ha visto Tutto Digitale nelle vesti di media partner): oltre 1000 gli spettatori serali, tra Teatro Miela e la nuova sede di proiezioni di Piazza Verdi. 

Corposo e di qualità anche il programma, che in 7 giorni ha presentato 73 cortometraggi e 9 opere prime,  una “prospettiva” dedicata a Michele Alhaique e vari eventi speciali, dalla rassegna dedicata alla videoarte slovena al focus sul cinema indiano.
 
Questi, sezione per sezione, i premi consegnati:
 
Concorso Soprasottovento
Miglior corto amatoriale a Dario Gasparo per “Barcolana 2011″
Miglior corto professionale a Davide Melis per “Vento di Sardegna”
 
Sezione Maremetraggio
Premio “Rai News” al miglior corto d’attualità: “L’audizione” di Davis Kanepe
Premio del pubblico della rete “Mymovies.it”: “The art of making friends” di Paul McNulty
Premio “Oltre il muro” al miglior corto italiano: “Salvatore” di Bruno e Fabrizio Urso
Premio Associazione Montatori al miglior montaggio italiano: Francesco Di Stefano per “L’audizione” di Davis Kanepe
Premio del pubblico “Piquadro” al miglior corto: “Henry” di Michael Bernard
Premio “Studio Universal” al miglior corto italiano: “Pizzangrillo” di Marco Gianfreda
Premio “Trudi” al miglior corto di animazione: “Luminaris” di Juan Pablo Zaramella
Menzione speciale a “The Lost Thing” di Andrew Ruhermann e Shaun Tan
Premio al miglior corto italiano: “Salvatore” di Bruno e Fabrizio Urso
Menzione speciale a “Linea nigra” di Anna Gigante
Premio al miglior corto assoluto a “Det kommer aldrig att ga over” di Amanda Kernell
Menzione speciale a “La ducha” di Maria Josè San Martin

Sezione Ippocampo
Premio del pubblico alla miglior opera prima: “I primi della lista” di Roan Johnson
Premio Officine artistiche a un esordiente a Francesco Turbanti per “I primi della lista” di Roan Johnson 
Premio della critica alla miglior opera prima: “Qualche nuvola” di Saverio Di Biagio (nella foto)
Premio Fondazione Antonveneta al miglior attore: Luca Schipani e Nicolas Orzella per “Il paese delle spose infelici” di Pippo Mezzapesa
Premio Fondazione Antonveneta alla miglior attrice: Valeria Golino per “La kriptonite nella borsa” di Ivan Cotroneo
Premio Fondazione Antonveneta alla miglior opera prima: “Là-bas – Educazione criminale” di Guido Lombardi

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest