Lun 23 Maggio 2022

Cortinametraggio, tutti i corti di Maddalena

Lei è Maddalena Mayneri (nella foto di Annamaria Castellan), direttrice della rassegna di Cortina d’Ampezzo, di cui Tutto Digitale è partner. A lei dunque l’onore di presentare l’edizione 2013 di un festival che – tra conferme e new entries – ormai può essere, a buon diritto, definito “storico” nel panorama del cinema breve italiano


Cortinametraggio 2013, tra importanti conferme e gustose new entry: così abbiamo titolato la anteprima del festival precedentemente apparsa sul nostro sito e ci sembra di avere centrato in pieno il succo dell’evento…

Conferme importanti: anche per questa edizione tra le sezioni del concorso figura la sezione “Corti comedy”, che  da quest’anno è curata dall’amico Vincenzo Scuccimarra.E quest’anno saranno circa una ventina i corti in concorso a contendersi il premio in denaro.Ogni anno il numero di corti prodotti in Italia cresce e a crescere è anche il pregio artistico delle pellicole, quindi per la direzione artistica di Cortinametraggio la selezione è un lavoro particolarmente difficile. All’interno del festival si cerca di dare spazio alla spensieratezza, al sorriso ma anche al sociale, argomento che, fortunatamente, viene trattato da molti registi dietro una lente ottimistica. Un sorriso, poi, lo porterà di sicuro Fiammetta Cicogna, che quest’anno sarà la conduttrice delle serate al Cinema Eden.

I Booktrailer al cinema, una novità assoluta: cosa può dare in più il grande schermo a un genere nato per il web? E ancora: quale può essere il futuro di questo nuovo formato?

“Book trailer al cinema” è un’idea nata in collaborazione con Rai 5 Rai Eri e Rai Cinema, che da quest’anno iniziano a collaborare con Cortinametraggio e colgo l’occasione per sottolineare l’importanza di questa partnership per il Festival e per Cortina. Cosa porta di nuovo lo scopriremo al festival: ogni giorno, per far conoscere maggiormente questo “neonato” genere, verranno organizzati degli incontri tra registi, autori, editori e il pubblico.Book trailer è un termine quasi sconosciuto per chi non è un appassionato del web. Ed è un genere completamente nuovo per promuovere l’editoria, che porta sicuramente freschezza e innovazione. Realizzare un book trailer è quasi più difficile di un cortometraggio perché bisogna entrare in sintonia perfetta con l’autore del libro e solleticare la curiosità del lettore che sicuramente, dopo aver visto il BT, quando si immergerà nella lettura del libro, darà forma ai personaggi anche grazie al trailer visto. Spero di poter sempre più spesso vedere i BT al cinema, in televisione, sul web. Unire immagini in movimento che promuovono le parole statiche del libro è veramente un bel passo.

Corticomedy costituisce, ancora una volta, lo “zoccolo duro” della manifestazione. In tempi di crisi come questi, si ride più per non piangere o più per pensare?

I Corticomedy sono lo zoccolo duro della manifestazione perché per fortuna c’è ancora voglia di sorridere, la crisi certo non aiuta ma per fortuna i corticomedy ci aiutano a stare bene.

Il premio Cinemaitaliano.info viene assegnato al corto con i migliori dialoghi e anche questo è un unicum nel panorama dei concorsi italiani: quale motivazioni vi hanno portato a prevedere un riconoscimento così particolare?

Raccontare una storia in 20 minuti al massimo è difficilissimo e i dialoghi rivestono un ruolo fondamentale per la buona riuscita di un cortometraggio. Ci sono dei cortometraggi che considero storici per le loro battute. Mi viene in mente “Piccole cose di valore non quantificabile” di Paolo Genovese e Luca Miniero, ad esempio, che ha un dialogo da brividi. Uno scambio tra i due personaggi protagonisti della storia che tiene lo spettatore legato alla poltrona fino all’ultima battuta e un finale a sorpresa mozzafiato. Mi sento in dovere di ringraziare Cinemaitaliano.info per l’assegnazione di questo premio speciale.

Oltre alla due categorie competitive quali altri eventi speciali sono in cartellone per questa quarta edizione?

Anche per la IV edizione di Cortinametraggio continua la collaborazione con Il SNGCI e i Nastri d’argento, che assegneranno  un premio speciale ad un regista italiano. 
Eventi speciali la proiezione del cortometraggio “Dirty Tony” vincitore del Premio Mattador  e del film- documentario di Antonello Sarno “Quando l’aereoporto sembrava via Veneto” prodotto in collaborazione con Alitalia. Saranno presenti i protagonisti

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Potrebbero interessarti anche...
In edicola
Tutto Digitale News
IL CINEMA DIETRO LE QUINTE