Adobe Creative Cloud, futuro in abbonamento

Sarà disponibile da giugno la nuova versione della suite Adobe Creative Cloud: l’azienda abbandona le tradizionali licenze e passa completamente all’abbonamento, mensile o annuale.

Le nuove applicazioni sono ora caratterizzate dalla sigla ‘CC’ che prende il posto di ‘CS’; spazio allora a Photoshop CC, InDesign CC, Illustrator CC, Dreamweaver CC e Premiere Pro CC.

Fra le novità di Photoshop CC da segnalare un aggiornato tool ‘Nitidezza Avanzata’ che promette prestazioni migliorate ai fotografi che vogliono recuperare immagini mosse; i professionisti del video apprezzeranno invece le novità di Premiere Pro CC, che integra un nuovo engine per la gestione del colore ed il grading.

Ovviamente anche gli altri software della suite sono stati aggiornati, e ci sono novità anche per Illustrator, Camera RAW, InDesign, Muse, After Effects, SpeedGrade, Auditon, Prelude, Story Plus e per la famiglia di strumenti Edge. A questi si aggiungono le consuete feature garantite dalla suite Creative Cloud, come i 20 GB di spazio cloud, la compatibilità multipiattaforma (Mac e Windows) e l’accesso ai portali Behance per la condivisione di portfolio e le funzioni ‘social’.  
    
Il prezzo del nuovo aggiornamento Adobe Creative Cloud, che sarà disponibile dal mese di giugno, è fissato ai 49.99 euro al mese per il contratto annuale; tutte le opzioni sono su creative.adobe.com/plans

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest