Sab 2 Luglio 2022

Il Cinema dei Piccoli si fa grande… in 4K

A Villa Borghese, a Roma, c’è un luogo che ai romani è molto caro, il Cinema dei Piccoli,conosciuto anche come Cinema Topolino.
La sua storia comincia nel 1934 quando in programmazione c’erano cartoni e comiche. Poi, pian piano, negli anni, si è trasformato con una doppia programmazione, il pomeriggio, per i piccoli, con cartoni animati e la sera, per i grandi, con film d’autore. Ristrutturato tra gli anni 80 e 90, nel 2005 è entrato nel Guinness World Records come ‘edificio adibito a cinema più piccolo del mondo’.

Cinema-dei-Piccoli-sala

Nonostante le dimensioni ridotte – 63 posti per uno schermo 5×2,5 metri – il Cinema dei Piccoli è una sala cinematografica a tutti i gli effetti. Ancor più da quando, questa estate – grazie alla collaborazione con dcinex, un’azienda specializzata europea per la proiezione cinematografica digitale – è stato attrezzato per il 4K, con un proiettore Sony SRX-R515, progettato per l’uso in sale di medie e piccole dimensioni. E proprio a queste, come Stella Film di Napoli e Megacine di La Spezia, è dedicato il programma VPF (Virtual Print Fee), un modello basato sul coinvolgimento di terze parti nella condivisione di costi e benefici che Sony mette in atto per supportare gli esercenti nella riduzione radicale dell’investimento iniziale e favorire così la digitalizzazione delle sale italiane.

www.sony.it

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Potrebbero interessarti anche...
In edicola
Tutto Digitale News
IL CINEMA DIETRO LE QUINTE