Sony Alpha 7R II, 42 MP e molto altro

Il primo sensore full-frame da 35 mm retroilluminato al mondo? Lo trovate sulla nuova versione della fotocamera Sony α7R, siglata α7RII, insieme a molte altre novità…

Sensore CMOS retroilluminato da ben 42,4 MP, stabilizzatore d’immagine a 5 assi, registrazione video interna in 4K, scatto silenzioso, sistema Fast Hybrid AF e molto altro ancora sono alcuni degli argomenti importanti quando si parla della nuova fotocamera mirrorless top di gamma Sony. Siglata α7R II (ILCE-7RM2), la macchina sarà disponibile in Europa a partire da questa estate.

Stiamo parlando di un modello ad ottiche intercambiabili – con una struttura in lega di magnesio leggera e robusta, e diversi miglioramenti rispetto alla versione precedente – studiato per offrire soddisfazione ai fotografi più esigenti. Oltre ad integrare il primo sensore CMOS Exmor R full frame retroilluminato al mondo, da ben 42,2 megapixel effettivi, la macchina offre alta sensibilità (da 100 a 25600 ISO, espandibile fino a ISO 50-102400) e dispone di sistema autofocus assai veloce (l’azienda giapponese dichiara un’operatività fino al 40% più rapida rispetto all’α7R originale, grazie a 399 punti di messa a fuoco a rilevamento di fase sul piano focale). Inoltre, direttamente derivato dalla α7 II, la nuova macchina include anche un sistema di stabilizzazione evoluto, ovvero a 5 assi, e, ciliegina su una torta già ricchissima di calorie, la α7R II offre la possibilità di registrare video 4K (o meglio, per essere precisi e venire al mondo videotelevisivo, QFHD – 3840×2160 – sia in modalità crop Super 35mm sia in full frame).

Ancora, fra le altre caratteristiche, da segnalare il processore di immagini (il Bionz X di Sony, ad alta velocità), e la scelta di non utilizzare un filtro ottico passa-basso per ottenere la massima nitidezza possibile. Interessante l’adozione di un otturatore di nuova generazione, capace di produrre – a detta di Sony – il 50% in meno di vibrazioni rispetto al suo predecessore ed offrire un ciclo di vita di ben 500.000 scatti circa, valore degno di macchine professionali top level. Fra l’altro, è possibile utilizzare la modalità “scatto silenzioso”, senza vibrazioni o movimenti del sensore.
E non è finita qui. La α7R II dispone di mirino Tru-Finder OLED con risoluzione XGA, capace di offrire un ingrandimento pari a 0,78x. Da segnalare che il dispositivo, per ridurre i riflessi indesiderati, adotta il noto ed apprezzato rivestimento Zeiss T*, già adottato in prestigiose ottiche dell’azienda tedesca.

Il sistema di messa a fuoco automatico – del tipo a rilevamento di fase sul piano focale – è studiato per funzionare con gli obiettivi Sony ad attacco A, utilizzabili sulla fotocamera tramite adattatore LA-EA3 o LA-EA1, e con quelli FE di Sony (full-frame da 35 mm con attacco E compatibile). Come abbiamo già detto, il nuovo sensore vanta 399 punti AF a rilevamento di fase sul piano focale, probabilmente la più ampia copertura esistente su un sensore full-frame – perfettamente sintonizzati con i 25 punti a rilevamento di contrasto; tale soluzione permette una risposta di circa il 40% più veloce rispetto al passato, e, grazie anche alla sintonia fra l’algoritmo di rilevazione dei movimenti ed il sistema Fast Hybrid AF, consente uno scatto continuo fino a 5fps in tracking AF.

La α7R II si avvale del recente codec XAVC S, capace di registrare a un bit rate di 100 Mbps alla massima risoluzione, e a 50 Mbps in Full HD. A disposizione dell’utente varie funzioni di livello professionale: troviamo infatti Picture Profile, S-Log2 Gamma e S-Gamut, l’opzione di registrare fino a 120fps in HD (720p), il time code, un’uscita HDMI “pulita” ed altro ancora.
Da segnalare che la α7R II è compatibile Wi-Fi e NFC, oltre che con la gamma di Sony PlayMemories Camera Apps, per Android e iOS. A proposito, da segnalare ad esempio la nuova “Angle Shift add-on”, che offre interessanti opzioni per la fotografia time-lapse (con regolazione dello zoom, della rotazione o inclinazione della macchina…).

Concludiamo la presentazione di questa nuova macchina con l’annuncio di un ‘accessorio necessario’, ovvero il monitor LCD CLM-FHD5, sotto molti aspetti il complemento ideale (un ‘accessorio necessario’, appunto) della α7R II utilizzato per le riprese video. Caratterizzato da una risoluzione Full HD (1920x1080p) in uno schermo di diagonale da 5”, il CLM-FHD5 è dotato di funzioni di ingrandimento e peaking per una messa a fuoco precisa, marcatura dei livelli di video e colore errati per la regolazione dell’esposizione ed anche visualizzazione S-Log a supporto delle riprese effettuate in questa modalità.

SonyAlpha7RIIsito2

 

SonyAlpha7RIIsito3

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest