Come va la Canon XC 10: ecco le riprese in  UHD/4K

Ecco il primo dei tre video-test effettuati sull’ultima macchina uscita in casa Canon, la XC10. Un originale ibrido tra fotocamera e videocamera, con cui è possibile realizzare foto da 12 MP e video in Ultra HD

Presentata ufficialmente al pubblico durante lo scorso NAB 2015, la Canon XC10 è in avvio di distribuzione proprio in questi giorni. Come ben sanno i navigatori più fedeli, abbiamo avuto la possibilità di testare in anteprima un esemplare di preserie, e di riportare le primissime impressioni sulla precedente newsletter di Tutto Digitale (n. 369). Come promesso, siamo poi riusciti a brevissima scadenza ad avere per le mani un esemplare di produzione effettiva, e questo ci ha permesso di realizzare un video-test completo, diviso in tre parti. In questa prima puntata, riportiamo le primissime impressioni riguardo settaggi e caratteristiche del video in 4K (o meglio, a voler essere precisi, Ultra HD).

Per usufruire della massima risoluzione non dimenticare di impostare la visualizzazione in 4K

CURVA DEL GAMMA E C-LOG
La camera mette a disposizione cinque profili colore: Standard, EOS standard, Cine EOS standard, Wide dynamic range e C Log. Li abbiamo provati in due contesti di illuminazione diversi, in Esterni ed Interni. La prima cosa che salta all’occhio è la pulizia e nitidezza d’immagine in UHD (3840 x 2160 a 305 Mbps): nonostante il sensore sia un CMOS da (appena) 1”, la resa finale è notevole, anche se certo il dispositivo non potrà competere pienamente con gli APS-C o Full Frame, tipici delle reflex e mirrorless, o con un modello di taglia Super 35 mm, presenti in alcune videocamere. La saturazione dei colori del profilo Standard ed EOS standard è buona e non eccessiva come in alcune fotocamere Canon, così come i contrasti, che chiudono i neri in modo non esagerato.
Il C Log si comporta molto bene (consigliamo sempre di sottoesporre leggermente l’immagine per non ‘bucare’ le alte luci, nonostante i 12 stop raggiungibili); il test finale, nel quale abbiamo prima provato a sottoesporre e sovraesporre l’immagine e in post-produzione compensato la sottoesposizione e aumentato i livelli di saturazione, ce ne ha dato la conferma.

SENSIBILITÀ ISO
Abbiamo testato la camera con quattro valori intermedi, da 3200 a 20.000 ISO (il massimo disponibile). Abbiamo iniziato a notare il rumore a partire da ISO 6400, mano a mano sempre più presente fino ai 20.000 ISO, valore praticamente inutilizzabile salvo che per riprese di emergenza. In altre parole, la macchina dà il meglio di sé in condizioni di illuminazione corretta.

VARIAZIONI DI DIAFRAMMA
La luminosità dell’ottica entrobordo è buona in posizione wide (F2,8), e piuttosto ridotta (F5,6) in tele. Il nostro test mette in evidenza una riduzione di luminosità trascurabile, poiché realizzato in esterni ma in situazioni di scarsa luce; escursioni focali di 200 mm ed oltre dovranno essere necessariamente compensate con l’aumento del valore ISO per non rischiare il mosso.

STABILIZZAZIONE STANDARD
Lo stabilizzatore incorporato offre tre opzioni: Standard IS, Dinamico IS e Powered IS.
La prima stabilizzazione è disponibile anche girando in UHD (stabilizzazione d’immagine su tre assi), mentre le altre due – più efficaci – sono riservate all’HD (su cinque assi).
La modalità standard si comporta molto bene in caso di riprese a mano effettuate da fermo, per panoramiche o effetti (quasi) slider. Più complicato, com’è possibile notare nel video, l’impiego durante riprese in movimento (ma non a caso esistono strumentazioni realizzate appositamente, come i Gimbal elettronici).

FACE DETECTION
La Canon XC10 consente di utilizzare il ‘rilevamento volto’, funzione ormai presente in diverse videocamere. Dal test effettuato, abbiamo potuto notare come questo lavori molto bene in ambienti luminosi, su tutta la lunghezza focale. In situazioni di scarsa luminosità, il sistema fatica e non poco: a 24 mm la macchina non è riuscita a rilevare il volto del soggetto in primo piano, rispetto allo sfondo.

FAST MOTION
La XC10 offre una selezione di modalità di registrazione in Fast (fino a 1200x in 4K/Full HD) e slow motion (fino a 1/4x in HD), oltre alla ripresa a intervalli. Il tutto è attuabile con una certa facilità dal sottomenu e i risultati ottenuti sono piuttosto interessanti, come si può notare nel video realizzato, in cui abbiamo girato a velocità 10x, ovvero 10 minuti di video “compressi” in 1 minuto totale.
Per quanto riguarda lo slow motion, che testeremo nel prossimo video, questo può raggiungere i 50 fps in HD e i 100 fps ad una risoluzione massima di 720p.

Conclusioni parziali, in attesa di completare il test nei giorni immediatamente a venire. Per quanto si è visto e realizzato sinora, la Canon XC10 – una videocamera compatta e leggera – dispone di funzioni interessanti per il videomaker indipendente. Le caratteristiche di polivalenza, in ogni caso, la rendono interessante anche come macchina aggiuntiva nelle produzioni di un certo impegno, soprattutto grazie al suo valore aggiunto, ovvero la ripresa in UHD.
Nella prossima newsletter andremo ad analizzare la resa del video in HD e tutte le funzioni offerte dalla camera per riprendere nel formato oggi più utilizzato per le riprese. Stay tuned!

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest