Paparazzo, c’è tempo fino al 3 ottobre

Torna il concorso fotografico di Rimini ispirato al famoso personaggio felliniano, in tre sezioni, due a tema e una libera

Torna a Rimini, per la sesta volta il concorso fotografico Paparazzo, intitolato al famoso personaggio della Dolce vita, inventato da Federico Fellini e diventato sinonimo di fotoreporter.
Il concorso, organizzato da AmarCort Film Festival, si divide in tre sezioni, due a tema obbligato – “La vita nelle province del bel paese” ed “Energia… in movimento” – e una a tema libero. La scadenza del bando è fissata per il 3 ottobre 2015.

“Rimini è una dimensione della memoria” diceva Fellini che nei suoi film ha raccontato, in una dimensione onirica e legata al suo vissuto, il paese che gli ha dato i natali. L’Italia è il paese più bello al mondo e questo concorso, nel suo tema principale, vuole appunto dare spazio alle tante realtà che la compongono.
Quanto al secondo tema, l’energia e il movimento sono presenti ovunque ci sia vita, nelle persone, nella natura, fin nella materia che, apparentemente inerte, in realtà contiene, a livello atomico, un continuo movimento di energia.
Per chi vuole esprimere il proprio pensiero, le proprie emozioni o ha voglia di raccontare qualcosa attraverso le immagini c’è infine il “tema libero”.
Le fotografie selezionate concorreranno ai seguenti premi:
Premio “Paparazzo 2015” miglior foto tema “La vita nelle province del bel paese”: voto giuria tecnica,
Premio miglior foto tema “Energia… in movimento”: voto giuria tecnica e voto Facebook,
Premio miglior foto tema libero: voto giuria tecnica,
Premio del pubblico alla foto più votata durante il festival.
La partecipazione al concorso è aperta a tutti e prevede una quota di iscrizione, quale contributo alle spese di organizzazione, pari a 5 euro, per chi parteciperà ad almeno due temi di cui uno “Energia… in movimento”, oppure 10 euro.
Per tutte le informazioni leggere attentamente il bando di concorso

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest