Arriva una nuova versione di ammazza-limiti (dei codec integrati nelle macchine da presa) in versione adatta alla regisitrazione 4K

Chi si occupa di ripresa certamente conosce la produzione Atomos di hard disk recorder. Stiamo parlando di unità compatte e leggere, gestibili da touch screen, che combinano le funzioni di registrazione e monitoraggio in un apparecchio monoblocco.
La gamma comprende vari modelli – di impostazione e dotazione accessori identica, differenziati in base a caratteristiche quali il formato di registrazione o l’interfaccia video – dai nomi che rimandano ad eroi e combattenti dagli occhi a mandorla, come Ninja Star, Ninja 2, Ninja Blade, Samurai Blade, Ronin, Shogun…

Mancava un personaggio, pardon un hard disk recorder, che puntualmente è arrivato sui mercati mondiali, giusto in tempo per l’edizione 2015 dell’IBC. E si è presentato con un nome che promette battaglia: Ninja Assassin. Come specifica l’azienda, Assassin non è un ‘assassino’, ma un prodotto che ‘uccide’, cioè elimina, i limiti di MPEG e simili.
Come gli altri modelli Atomos, Assassin preleva il segnale direttamente dal CCD, bypassando il codec MPEG/H264 della macchina. Studiata per il 4K e le DSLR, la nuova unità – dotata di un monitor da 7″ e 1920×1200 pixel – registra in formato ProRes HD/4K o Avid DNxHD/HR su supporti SSD (da acquistare a parte) inseriti nello speciale cartuccia Master Caddy.
Ninja Assassin, fornito di serie di borsa morbida, struttura protettiva, Master Caddy e alimentatore di rete, è disponibile a 1295 euro +iva.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest