SOUQ Film Festival 2015, “Nur” vince il premio del pubblico

L’incontro tra una profuga siriana in transito a Milano e un’operatrice di un centro di accoglienza è il tema del corto che si è aggiudicato il premio del pubblico nella serata finale del Souq Film Festival

Promosso dal Centro Studi Sofferenza Urbana SOUQ della Fondazione Casa della Carità e realizzato in collaborazione con il Consiglio di Zona 1 e il Piccolo Teatro di Milano, il SOUQ Film Festival – arrivato alla IV edizione – spinge verso una maggior consapevolezza dei problemi che interessano le città di tutto il mondo, con una scelta di corti di fiction e documentari, realizzati da registi emergenti o già affermati.

Selezionato in concorso insieme ad altre 26 opere provenienti da 20 paesi, e presentato in prima mondiale il 21 novembre, “Nur”, il cortometraggio scritto e diretto da Marco Scotuzzi & Andrea Brusa e prodotto da Andrea Italia e dalla casa di produzione milanese Nieminen, si è aggiudicato il premio del pubblico.  “Nur” racconta la storia di una volontaria (Zena Abram) che lavora in un centro di accoglienza di Milano e si trova di fronte alla richiesta di aiuto da parte di una rifugiata siriana (Sarah El Debuch), che è alla disperata ricerca di un trafficante che le dia la possibilità di riunirsi con la sua famiglia da tempo rifugiata in Svezia.
“Volevamo raccontare una storia che potesse mettere in luce il mondo dei profughi in transito a Milano e siamo felicissimi che il pubblico della nostra città l’abbia apprezzata” hanno dichiarato i registi. Ha aggiunto il produttore Andrea Italia, “E’ un premio molto importante che riconosce il lavoro che stiamo facendo a Milano. Come Nieminen vogliamo raccontare storie di questa città e farle conoscere ai festival. E’ un passo importante che ci stimola a continuare. Stiamo lavorando su altre due storie sui profughi e migranti che gireremo in primavera.”
Nel cast Sara El Debuch (“Border”), Davide Daluiso (“Nero: La Serie”, “L’Intrepido Wilson”, “Il Giovane Montalbano”) e per la prima volta sullo schermo Zena Abram, una giovane operatrice che lavora in un centro di accoglienza di Milano, conosciuta dai registi Marco Scotuzzi e Andrea Brusa alla stazione Centrale durante il lavoro di ricerca per la scrittura della sceneggiatura di cui è stata consulente per la storia. Il cortometraggio è stato realizzato con il sostegno della Lombardia Film Commission.

Marco Scotuzzi e Andrea Brusa si conoscono all’università nel 2006 a Milano; il primo, come free lance, ha realizzato video per diverse piattaforme e ha lavorato per molte ONG, realizzando documentari in Africa e Sud America. Andrea ha iniziato a lavorare nello sviluppo progetti a Roma e poi si è trasferito a Los Angeles nel 2012 dove si è laureato in sceneggiatura alla UCLA. Ha ricevuto numerosi premi per le sue sceneggiature (tra cui l’Alfred P. Sloan Award e Best Feature Script al Rome Independent Film Festival). Insieme a Andrea Italia, i due hanno deciso nel 2013 di dare vita a Nieminen, che ottiene subito importanti successi con i primi due lavori (“Vedi Milano con 5 Euro” e “Parigi, Charles de Gaulle”) che sono stati selezionati e hanno vinto premi in diversi festival italiani. “Nur” è il terzo progetto del gruppo.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest