D16, Bolex goes digital

Chi ha passato gli ‘anta’ ed oltre, certamente ricorderà il marchio Bolex Paillard, legato ad alcune cineprese amatoriali di alto livello, nei lontani anni ’50, ’60, ’70, talvolta utilizzate anche professionalmente nelle versioni 16 mm

Da qualche tempo, dal 2012 Bolex, o meglio Digital Bolex, è tornata a cavalcare la scena con un prodotto, davvero, in una classe a se stante. Un prodotto di culto – per l’impostazione estetico funzionale e le scelte tecniche – in diversi paesi del mondo, ben poco noto in Italia. Tanto per dirne una, si tratta di un modello dal look rétro – con impugnatura tipica delle cineprese dei bei tempi andati, personalizzabile con pannelli laterali di vario colore – ma che memorizza dati in RAW (formato CinemaDNG). La personalizzazione è anche possibile dal punto di vista tecnico, scegliendo al momento dell’acquisto la capacità della memoria interna SSD (256, 512 MB o 1 GB, che consentono sino a un massimo di 3 ore di registrazione in 2K o in Full HD, ma è possibile usare 2 schede esterne) ed anche l’attacco per l’ottica (PL, C, MFT…). La prima macchina uscita con il marchio Digital Bolex si chiama D16 pro Camera, ed è ancora disponibile, mentre la più recente, assai simile, è denominata D16 Cinema Camera; insomma, quale sia il modello, la sigla dell’apparecchio riporta alla mente la stessa cosa, appunto il 16 mm. Viste le premesse, non meraviglia che la D16 Cinema Camera sia dotata di un sensore (CCD) da 1”, di taglia simile a quello di un fotogramma di una pellicola Super 16mm, e quindi offra una migliore resa con lenti cinematografiche Super 16mm (in registrazione 2K) e 16mm (in 1080). Altre caratteristiche: global shutter; capacità di registrazione audio su 2 canali 24 bit 96 kHz, 12 bit di profondità colore. Prezzo in funzione della dotazione prescelta. In linea di massima il prezzo base della D16 Cinema Camera parte da 2.999 euro ed arriva facilmente al doppio o anche più in funzione dell’allestimento e del bundle prescelto. Da segnalare anche una versione ‘monocrome’ per il b/n. 

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest