La Corrispondenza, Tornatore & Zamarion con Arri

“Una storia d’amore dei nostri tempi”, l’ha definita lo stesso Giuseppe Tornatore. Stiamo parlando di La Corrispondenza, che ha costituito un ritorno sulla scena del sodalizio professionale fra il regista palermitano premio Oscar e il direttore della fotografia Fabio Zamarion

Dopo aver lavorato insieme in La Sconosciuta, girato con Arricam ST nel 2006, L’ultimo Gattopardo – ritratto di Goffredo Lombardo (Arriflex D-21, 2010) e nel pluripremiato La migliore Offerta (Arri Alexa Studio, 2013), il ‘magnifico duo’ ha utilizzato Arri anche per il nuovo film – in uscita oggi nelle sale italiane – con la partecipazione del premio Oscar Jeremy Irons e di Olga Kurylenko.
Intervistato a proposito della scelta tecnica, che ha ricalcato quella della precedente collaborazione (con Alexa e ottiche Master Prime), il DoP, fra le altre cose, ha dichiarato: ‘(…) sono convinto che sia, al momento, il miglior compromesso tecnico per ottenere un’immagine piena di informazioni. La cosa fondamentale per realizzare la mia idea di luce è la trasparenza, cioè la possibilità di ottenere il maggior numero possibile di grigi intermedi tra un bianco assoluto e un nero profondo. Con l’accoppiata Alexa– Master Prime sono sicuro di riuscire ad averla.’
Riguardo al fatto di aver utilizzato, per La Corrispondenza, Alexa XT invece di Alexa Studio, Zamarion (intervistato su Tutto Digitale al tempo de La Sconosciuta) ha dichiarato: ‘Nel caso del film La Corrispondenza le cose si sono svolte con maggiore praticità rispetto alle altre esperienze fatte grazie alle dimensioni e al peso più contenuti di Alexa XT. È stato molto utile avere una telecamera più leggera sul set, dato che a Tornatore piace utilizzare videocamere piccole, che rendono più semplice trovare nuovi punti di vista. Solitamente tutte le disposizioni tecnico-artistiche vengono indicate da Tornatore in fase di pre-produzione; a noi collaboratori rimane così il tempo per realizzare al meglio le nostre possibilità, le richieste che presenta il film stesso. Per quanto riguarda il formato, giro sempre in Arriraw (…) al momento lo strumento più affidabile per garantire l’acquisizione di immagini tecnicamente perfette’.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest