Sab 2 Luglio 2022

Transcend no limits!

Per utilizzazioni critiche, Transcend lancia sul mercato le microSDHC/SDXC High Endurance (alta resistenza), che garantiscono fino a 12.000 ore di registrazione totali nella versione da 64GB

Create principalmente per car video recorder, videocamere di sicurezza e sistemi di sorveglianza, e realizzate con chip MLC (multi-level cell) NAND flash, le microSDHC/SDXC High Endurance si dichiarano resistenti all’acqua (possono essere immerse fino alla profondità di un metro per un massimo di 30 minuti), all’elettricità, ai raggi X (ad esempio in aeroporto), agli urti e a temperature che vanno dai -25° C ai +85° C.
Le microSDHC/SDXC High Endurance sono disponibili in tre tagli (16GB, 32GB, 64GB), hanno una resistenza massima di registrazione pari a 3000 ore per la 16GB, 6000 ore per la 32GB e 12000 ore per la 64GB, in Full HD (1920x1080p a 30fps), e una durabilità di 10000 cicli di inserzione/rimozione. Il tutto, con una velocità di trasferimento dati classe 10 (con massimo 21MB/s in lettura e 20MB/s in scrittura, in funzione delle diverse condizioni).
Oltre alla funzione ECC (Error Correction Code) incorporata, che permette di rilevare e correggere potenziali errori di trasferimento, le microSDHC/SDXC High Endurance Transcend dispongono del software esclusivo RecoveRx, dotato di un’interfaccia user-friendly, in grado di cercare e recuperare tracce di file cancellati.

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Potrebbero interessarti anche...

Fujifilm X-A3, non c’è 2 senza (X-A) 3

Linea vagamente rétro come tradizione delle mirrorless Fujifilm, prestazioni all’altezza dei tempi. In due parole, Fujifilm X-A3, una fotocamera che sembra destinata ad un successo

Olympus tough TG-870, basta la parola

‘Tough’, in inglese, significa duro, resistente, e quindi la nuova Olympus tough TG-870 si dichiara adatta per affrontare situazioni non comuni di ripresa foto e

In edicola
Tutto Digitale News
IL CINEMA DIETRO LE QUINTE