Gillo Pontecorvo, un maestro da (ri)scoprire

Nel decimo anniversario della scomparsa, una grande mostra su un genio del cinema italiano e mondiale, in 400 fotografie, filmati e documenti inediti

“Cinema, utopie, passioni e battaglie”. Così viene rappresentato – in poche ma efficaci parole – il percorso umano e artistico di Gillo Pontecorvo, a dieci anni dalla sua scomparsa. Il regista toscano è infatti protagonista di una mostra multimediale – 400 fotografie, filmati e documenti inediti – a Roma, presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale, di scena dal 20 ottobre all’11 dicembre 2016

Una galleria che regala un ritratto più completo e uno sguardo nuovo sul suo cinema, una nuova fonte per discutere e rivedere un autore che ha ancora molto da far scoprire e interrogare.

Non un semplice omaggio per un anniversario o un tributo alla memoria, dunque, ma un viaggio nella vita di un grande viaggiatore, di cui racconta le molteplici vite: regista, sceneggiatore, organizzatore culturale, militante politico, partigiano, musicista… È l’ingresso in “un laboratorio del XX secolo, di esperimenti, idee, proposte di futuro”

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest