I nuovi MateBook di Huawei: la sfida è lanciata

L’appuntamento, per la stampa specializzata di tutta Europa, era a Berlino per il 23 maggio. Non era chiaro cosa avesse in mente di presentare Huawei, anche se si rumoreggiava di computer portatili e 2-in-1 (i tablet che si collegano ad una custodia/tastiera per trasformarsi in notebook) evoluzioni dei MateBook…

… poi Richard Yu, CEO di Huawei Consumer, ha tirato fuori un foglio A4. “Cosa si nasconde qui dietro?”, ha chiesto alla platea di giornalisti. Dietro c’era il MateBook X, sottile e leggero, ovviamente più piccolo del foglio A4 tenuto in mano da Yu.

Già il nome è un richiamo esplicito ai computer Apple. La presentazione, poi, non risparmia ispirazioni, confronti e paragoni. Ma il computer Huawei ha un valore tutto suo e non sarebbe giusto farlo vivere all’ombra dell’ingombrante mela morsicata.

I computer presentati in conferenza stampa sono 3: il MateBook X (quello dietro il foglio), il MateBook E (il 2-in-1, seconda generazione migliorata rispetto ad un prodotto presentato l’anno scorso) e il MateBook D (un notebook 15” in 3 configurazioni, tutte sotto i mille euro, che però non verrà distribuito in Italia).
Dopo la presentazione, abbiamo avuto la possibilità di toccare con mano i prodotti e constatare di persona la qualità della costruzione e delle prestazioni audio e video.

Il MateBook X è leggerissimo (1050 grammi), costruito completamente in alluminio, senza ventole di raffreddamento: al loro posto viene utilizzato il Microencapsulated Phase Change Material, una tecnologia sviluppata nel settore aerospaziale che permette di disperdere il calore grazie ad un particolare strato posto sotto la tastiera. Il notebook richiuso ha uno spessore di appena 12,5 mm.
Il display da 13,3” da 2160×1440 pixel ha una cornice esterna di soli 4,4mm ed un rapporto screen-to-body dell’88%. Piacevole al tatto, elegante, con gli angoli smussati ed una tastiera full size retroilluminata, il MateBook X punta agli amanti del design che però (al contrario della concorrenza) hanno bisogno del sistema operativo Windows 10.
All’interno ha un processore Intel di settima generazione i5 o i7 e 8GB LPDDR3 di memoria RAM (256GB ROM) e una doppia antenna WiFi per connessioni più stabili e veloci. Il pulsante di accensione ha anche il rilevatore di impronte digitali e Huawei promette tempi rapidissimi di accensione, oltre ad una durata della batteria di circa 10 ore per l’utilizzo comune.

Parliamo di suoni: quelli prodotti dal computer, senza ventole e con SSD, sono inesistenti. Quelli emessi dal doppio speaker sono fantastici: grazie alla tecnologia Dolby Atmos, si ha un sorprendente effetto immersivo, o almeno una buona approssimazione di questa sensazione, per un’esperienza sonora davvero coinvolgente. Giles Baker, SVP di Dolby Laboratories, annuncia in conferenza stampa con Richard Yu che è la prima volta che un notebook incorpora questa tecnologia.

La versione che arriverà in Italia a fine giugno è quella con processore i5 e SSD da 256GB, in colorazione Dark Grey. Il prezzo di 1.399,00 Euro lo identifica come prodotto di fascia alta che non svende tutta la cura dei dettagli con cui è stato progettato e costruito.

Il MateBook E è invece il tablet 2-in-1 con connessioni magnetiche per agganciarsi alla custodia con tastiera (ovviamente in plastica, data la tipologia, ma di ottima realizzazione). Il numero di connettori nella tastiera è stato ridotto da sette a tre, per migliorare il docking mode rispetto alla generazione precedente.
La custodia permette di inclinare lo schermo da 12” all’angolazione desiderata, fino a 160°, senza step prestabiliti (come invece era nella versione dell’anno scorso), caratteristica che lo rende davvero comodo da usare. All’interno c’è un processore Intel Core i5-7Y54 con 4GB di memoria e SSD di 256GB ed è presente anche un sensore di rilevazione dell’impronta digitale e una videocamera da 5 megapixel.
Anche su questo 2-in-1 troviamo la tecnologia Dolby Atmos per l’audio e la doppia antenna WiFi. Il solo tablet pesa 640 grammi, con la tastiera arriviamo a 1100. Ottima costruzione e stile: la custodia disponibile in Italia sarà solo quella Dark Grey, ma all’estero si potrà scegliere anche tra blu, marrone e rosa. Il prezzo al pubblico è di 1.199,00 Euro.

Tra gli accessori presentati da Huawei segnaliamo la stilo multifunzione (ha anche puntatore laser e pulsanti per andare avanti e indietro nelle presentazioni) a 2048 livelli di pressione e un alimentatore paragonabile al caricabatterie di uno smartphone per dimensioni e peso.

Dunque la sfida è lanciata e non possiamo che esserne felici: se viene stimolata la gara di prestazioni e miglioramenti, a beneficiarne non possiamo che esserne noi utilizzatori!

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest