X-Vision Tour, ultima tappa a Roma l’11 novembre

Tutte le cose belle hanno una fine. E così anche per il Fujifilm X-Vision Tour 2017, caratterizzato da grande successo, arriva il momento della conclusione. L’ultimo appuntamento con la fotografia e i nuovi prodotti video della casa giapponese è in cartellone a Roma, il prossimo sabato 11 novembre (9:30-21:00) presso le Officine Farneto, in Via dei Monti della Farnesina, 77.

Un appuntamento, come sempre, ad ingresso gratuito, che mantiene lo spirito del roadshow di cultura fotografica. E così, questa sarà l’occasione giusta per incontrare grandi autori e affermati professionisti, per vivere la fotografia interamente, che si tratti di street, naturalistica, moda, paesaggio. Il tutto, con l’opportunità di aumentare il know how, approfondendo le ultime tecnologie e le tecniche fotografiche e video.

Fujifilm X-Vision Tour comprende mostre, seminari, workshop, incontri tecnici, touch & try della Serie X (si potranno provare le Compact System Camera X-Pro2, X-T2, X-E3, X-T20, X-A3, X-A10, la linea di obiettivi XF e la compatta evoluta X100F), incontri one to one per il medio formato GFX grazie a Riccardo Scotti di Fujifilm e si approfondirà il workflow dallo scatto all’immagine finale professionale, con Simone Poletti. E ancora, in anteprima, la possibilità di toccare con mano le ottiche cinema MK, novità assoluta di cui ha già parlato Tutto Digitale e che hanno suscitato grande interesse fra video e film maker.

Insomma, un evento da non perdere, anche per i contributi di Francesco Comello con il seminario “Racconti di un fotografo visionario”, Monika Bulaj con “Lontano da dove”, Alessandro Penso con “Realizzare un Long term project”, Simone Sbaraglia con “Fotografia naturalistica ieri e oggi: dalla documentazione all’interpretazione”. E ancora, l’X-Photographer Massimiliano Angeloni terrà due sessioni fotografiche sul ritratto, dal titolo “Dall’ombra alla luce”. A far degna cornice al tutto, quattro progetti autoriali in mostra: il contributo tra arte e fotografia “Frammenti” di Sara Lando; il lavoro di reportage, vincitore del World Press Photo 2017, “L’isola della salvezza” di Francesco Comello; “Ucraina. Donbass, una terra al confine dove la pace non arriva” di Paolo Siccardi e “Nagorno-Karabakh, la pace può attendere” di Roberto Travan.

Per maggiori informazioni sull’evento e per accreditarsi consultare il blog Fujifilm

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest