Panasonic Lumix G9, nuova top di gamma 

Arriverà a gennaio il nuovo modello top di gamma Panasonic, destinato ai fotografi più esigenti; si chiama Lumix G9 e sarà disponibile in versione ‘solo corpo’ oppure in kit con uno zoom 12-60mm Leica F2.8

La nuova Panasonic Lumix G9 è un apparecchio ad ottica intercambiabile che non tradisce la tradizione estetica e funzionale dei precedenti modelli della casa giapponese, e che si presenta sul mercato con caratteristiche importanti per chi ama la fotografia.

All’interno, per iniziare, c’è un sensore (in formato Micro Quattro Terzi) da 20,3 MP, privo di filtro passa basso ed accoppiato ad un processore Venus Engine di ultima generazione.

Interessante un’opzione disponibile, che permette di scattare foto – sia JPEG che RAW – da ben 80 megapixel. In effetti, in questa modalità, la macchina scatta 8 immagini in sequenza con uno spostamento minimo del sensore (siamo nell’ordine dei micron) e poi combina i risultati ottenuti in un’unica fotografia ad altissima risoluzione. Naturalmente, inutile dirlo, la fotocamera va posizionata sul treppiedi e i soggetti devono essere assolutamente fermi.

A proposito di stabilità, e di stabilizzazione, da citare la presenza del sistema IS, di tipo potenziato, per il quale la casa giapponese dichiara una notevole efficacia (6,5 stop). Valore da record quello dell’AF, che Panasonic indica in appena 0,04 secondi, e la ripresa continua, con 20 fps (AFC)/60 fps (AFS) alla risoluzione completa di 20,3 MP.

Il mirino, costituito da un display OLED con ingrandimento 1,66 x e  contrasto di 10.000:1, offre immagini fluide a 120 fps e ritardi inferiori a 0,005 sec. Il monitor posteriore, da 3 pollici in formato 3:2, ha una risoluzione di 1.040.000 pixel ed è orientabile.

Interessante la qualità costruttiva del tutto, con telaio anteriore/posteriore in lega di magnesio pressofuso e corpo che risulta a prova di acqua e polvere e resistente a temperature fino a -10 °C.

La Lumix G9 ha un doppio slot per scheda SD, compatibile con UHS-II ad alta velocità e capacità, e non mancano Bluetooth e Wi-Fi (selezionabile fra connettività a 5 GHz (IEEE802.11ac) oppure 2,4 GHz (IEEE 802.11b/g/n).

Per finire, da citare la possibilità (inevitabile) di registrare video in 4K, anche se con alcune limitazioni pratiche rispetto, ad esempio, alla GH5 della stessa azienda.

La nuova Panasonic Lumix G9 sarà disponibile a partire dal prossimo anno, nelle versioni G9 (solo corpo) e G9L (corpo macchina più zoom 12-60mm Leica F2.8). I prezzi indicativi suggeriti al pubblico saranno rispettivamente di 1.699 e 2.299 euro.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest