Skydio R1, la fotovideocamera volante

Un drone completamente autosufficiente per il volo, che diventa un ‘operatore’ davvero speciale per le vostre attività: Skydio R1, per servirvi. Anzi, per riprendervi

Si chiama R1 il primo prodotto dell’azienda californiana Skydio: un drone particolare, una macchina da presa volante completamente autonoma. O meglio, a voler usare le parole dell’azienda, ‘the first fully autonomous drone that can fly itself to capture amazing video’.

R1 è stato progettato da zero da un team di ricercatori di livello mondiale e ingegneri. Il drone è costruito con materiali aerospaziali – tra cui alluminio leggero e fibra di carbonio – e risulta sufficientemente compatto per poter essere trasportato in uno zaino.

R1 è gestito dallo Skydio Autonomy Engine, che consente al drone di osservare e capire il mondo che lo circonda in modo che possa volare in sicurezza ad alte velocità (può raggiungere le 25 miglia/ora) evitando gli ostacoli, anche in situazioni difficili, con la capacità di prendere tante decisioni al secondo. Lo Skydio Autonomy Engine infatti ‘vede’ il mondo attraverso 12 camere di movimento, che permettono di mappare e comprendere l’area circostante in tempo reale e in modo estremamente preciso, consentendo al velivolo di essere completamente autonomo per acquisire le riprese. Il dispositivo può vedere le persone e prevedere come si muoveranno, lasciando che R1 prenda decisioni intelligenti su come ottenere il filmato più fluido e più cinematografico, sempre in tempo reale.

A proposito di filmato, R1 effettua le riprese video 4K (a 30 fps), e può catturare immagini in 1080p a 60 fps oppure 30 fps. L’apparecchio è fornito di 64GB di memoria built-in, capacità sufficiente per registrazioni di circa 90 minuti in 4K, o 4.5 ore in 1080p30, e di due accumulatori.

Il drone utilizza un modulo Jetson TX2, un supercomputer dedicato all’AI basato sull’architettura Nvidia Pascal, grazie al quale è in grado di prendere decisioni intelligenti, pianificare movimenti in tempo reale e navigare in ambienti complessi. Inoltre, R1 adotta una GPU Nvidia TX1, 256-core, lo stesso tipo di processore utilizzato in molte auto self-driving.

Il bello della soluzione-R1 è la semplicità d’uso, paragonabile a quella di uno smartphone. Lanciare in volo R1 è facile come telefonare. Dopo aver installato l’App Skydio, basta un dito per gestire senza problemi tutte le operazioni; in particolare, per realizzare riprese dinamiche è sufficiente un singolo tocco su una delle modalità cinematografiche disponibili (come Segui, Orbita, Lato…)
Dopo l’atterraggio, sempre utilizzando l’app Skydio, è possibile creare clip video HD del volo, e condividere istantaneamente il materiale.
Skydio’s R1 Frontier Edition è in vendita – per ora solo in Canada e Stati Uniti – a 2499.

Qui potete seguire un video che mostra l’incredibile funzionamento del drone; sul prossimo numero di Tutto Digitale 120 altri dettagli e molte immagini.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest