FEDIC, anche questo è fare cinema

Si svolgerà dal 13 al 17 settembre 2018 a Calci (Pi) il 16° Stage Nazionale FEDIC di Formazione e Approfondimento: illuminotecnica, musica, costruzione del personaggio, effetti speciali, videoart, segretaria di edizione le materie del programma di quest’anno

Torna anche quest’anno Stage Nazionale FEDIC di Formazione e Approfondimento, una manifestazione che si rivolge a chi ha la passione per la settima arte e vuole approfondire vari temi che girano intorno a questo mondo, in particolare magari anche in vista di un salto nella professione. Come in ogni edizione, lo Stage si propone quindi di affrontare una serie di attività che, pur di fondamentale importanza, vengono raramente affrontate nei corsi di formazione cinematografica e televisiva.

In programma quest’anno sei percorsi principali, gestiti da altrettanti docenti. “Come illuminare un set” tenuto da Antonio Tosi (Direttore della fotografia in numerosi corti e alcuni lungometraggi, Direttore Tecnico di Corte Tripoli Cinematografica dal 2001 e docente di illuminazione cine-televisiva presso la manifestazione fieristica IBTS 2013/2016) spiegherà, con esempi concreti e utilizzando idonei strumenti, come si affrontano i problemi più comuni relativi all’illuminazione del set.

“Parliamo di videoart” con Luca Serasini (partito negli anni 90’ con disegni e pitture, dal 2003 realizza corto e mediometraggi, collage fotografici seriali, installazioni di land art e videoinstallazioni. È stato docente alla Festa del Cinema Corto FEDIC) offrirà uno sguardo su un mondo estraneo che alcuni guardano con diffidenza ma può offrire occasioni di crescita può offrire.

“Il personaggio, dalla nascita alla morte” con Alessandro Brucini (sceneggiatore e regista, docente alla Frame School di Firenze, vincitore di premi in festival internazionali di cinema con documentari, corti e mediometraggi) spiegherà come ogni personaggio, nato dalla fantasia di un autore, porti con sé infinite potenzialità narrative.

“Musica nel film” con Sergio Brunetti (perito in informatica, laureato al DAMS, con la qualifica professionale di “Composizione per lo spettacolo” rilasciata dalla Regione Toscana, autore di libri e compositore nel suo studio musicale di musica per teatro e video) affronterà vari temi, dal problema di lavorare con musica ad hoc all’uso di musica da internet, ai rapporti tra regista e musicista.

“Trucco splatter” con Matteo Arfanotti (campione del mondo di face e body painting, noto a livello mondiale per queste discipline, molto apprezzato per i “visi mostruosi”, le illusioni ottiche e gli effetti tridimensionali) parlerà di tecniche e materiali per realizzare insieme alcuni effetti.

“L’ombra dei pensieri del regista” con Carlotta Bruschi (laureata al DAMS di Firenze, realizza storyboard e lavora come Segretaria di Edizione) affronterà le fasi che precedono e seguono la giornata di lavoro di una Segretaria di Edizione.

A dirigere lo stage, come sempre Roberto Merlino, che, formatosi col teatro per poi dedicarsi anche al video, spazia dalla regia alla sceneggiatura, alla recitazione. Come docente, a parte lo Stage Nazionale FEDIC alla docenza, ha gestito oltre cento corsi, di cui tredici per l’Università di Pisa.

Lo stage è rivolto a tutti i livelli; gli iscritti verranno coinvolti in percorsi creativi e costruttivi da soli e in gruppo. Iscrizione a numero chiuso, esclusivamente telefonando al numero 327-8493642. Costo: 330,00 euro comprensivi di lezioni, pensione completa in camera doppia con bagno esterno, bevande. Camera singola 430,00 euro. Alloggio e sede dello stage, come negli anni passati, è presso l’Agriturismo “I Felloni”

In alto foto di gruppo a fine Stage.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest