Premio Canon Giovani Fotografi 2018

Canon ha annunciato i vincitori del Premio Canon Giovani Fotografi 2018, un riconoscimento che valorizza i giovani talenti nel mondo della fotografia

Esattamente vent’anni fa, nel 1998, Canon diede vita al Premio Giovani Fotografi, inteso a valorizzare le potenzialità espressive dei più giovani. Sono passati due decenni e tante edizioni, ed alcuni dei fotografi scelti si sono poi affermati come professionisti, magari lavorando per note testate e vincendo altri premi prestigiosi.

L’edizione di quest’anno, la tredicesima della serie, porta con sé delle novità e anche qualche record: al 31 di maggio – data di chiusura delle iscrizioni – contava quasi mille candidati. Da citare anche, per questa edizione 2018, l’introduzione della nuova categoria multimedia e, in ultimo ma non ultimo, la bella cornice nella quale si possono apprezzare le foto vincitrici: il Festival Internazionale della Fotografia Cortona On The Move, di cui Canon è Digital Imaging Partner, che si svolge nella bella cittadina toscana dal 12 Luglio al 30 Settembre.

La giuria del Premio (composta da Arianna Rinaldo, Direttrice Artistica di Cortona On The Move, Renata Ferri, Photo editor di Amica e Io Donna, Giulia Ticozzi, Photo editor di La Repubblica, Raffaele Vertaldi, Photo editor di IL, Pietro Masturzo, Fotografo, Melissa Jollivet, Photoeditor di Internazionale e Massimiliano Ceravolo, Director di Professional Imaging Group e Consumer Marketing di Canon Italia) ha selezionato quattro vincitori che, ispirati dal titolo di quest’anno ‘Raccontaci una storia’, hanno presentato validi e appassionanti progetti.

1° Classificato nella categoria progetto fotografico Claudio Cerasoli con L’Oro di Gondo
Motivazione della Giuria: Il lavoro di Claudio Cerasoli ci rivela un aspetto del nuovo mondo, le criptovalute, ancora poco diffuse e comprese, proponendo un parallelo con la storia mineraria della città. Con immagini croccanti, che alternano attrezzature e documenti storici a ritratti e paesaggi, ci addentriamo nelle miniere del paese che ora accolgono server e strumentazione futuristica dei nuovi cercatori d’oro. Un viaggio nel tempo dal passato al futuro, dove l’innovazione, in qualunque momento storico, risulta vincente.

1° Classificato nella categoria progetto multimediale Michele Spatari con Acqua Alta
Motivazione della Giuria: Il multimedia, in bianco e nero, raccoglie testimonianze legate ai bagni pubblici di Torino. Un servizio utilizzato da persone, come noi, che negli ultimi anni hanno dovuto affrontare problemi economici. Extra-comunitari e italiani, famiglie e pensionati che non possono più pagare le bollette e sono costretti a frequentare questo ambiente. Il lavoro di Michele ne sottolinea la dignità e l’uso popolare in maniera asciutta, precisa e attenta. Ci offre le motivazioni, i dati e le ragioni storiche dietro una situazione che purtroppo sembra rientrare nella normalità, nostro malgrado.

2° Classificato nella categoria fotografia Andrea Provenzano con Light Down Below
Motivazione della Giuria: Ci offre uno sguardo distaccato ma significativo su uno dei temi più dibattuti del momento: il riscaldamento globale. Ce lo racconta dal punto di vista della Groenlandia, fortemente colpita da questo problema, che tenta di trasformare in positivo l’effetto spesso devastante dei cambiamenti climatici. La forza del lavoro sta nell’alternanza tra immagini che simboleggiano la fragilità del nostro ecosistema e le strutture della modernizzazione che tentano di arginare i pericoli.

3° Classificato nella categoria fotografia Andrea Carboni con Pinus Pinea
Motivazione della Giuria: Con un insieme equilibrato di dettagli, paesaggi, cartoline e foto dall’album di famiglia, Andrea Carboni ci riporta alle estati della nostra gioventù. Quel momento dell’anno in cui la famiglia, tutta riunita, si godeva le vacanze al mare. Un tocco vintage, unito alla contemporaneità dello snapshot e degli still life, che diventa universale e simbolico.

I loro lavori saranno in esposizione dal 12 luglio al 30 settembre presso Palazzo Cinaglia, Via Santucci 7 – un convento benedettino duecentesco sito nel centro storico di Cortona.

Canon accoglierà i visitatori del festival con diverse altre iniziative: dal 12 al 15 luglio in un’area Touch&Try (presso il bookshop di via Nazionale dalle 10.00 alle 19.00) si potranno toccare con mano le soluzioni fotografiche dell’azienda; dal 13 al 15 luglio (dalle ore 10.30 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.30) ci saranno corsi base gratuiti per tutti (info e e prenotazioni Info.Academy@canon.it). Da segnalare infine i workshop tenuti da cinque Canon Ambassador nei weekend di luglio, agosto e settembre: Jerome Sessini, Magnus Wennman, Guia Besana, Paolo Verzone e Simona Ghizzoni. Maggiori info al link

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest