Sab 25 Giugno 2022

Zylia ZM-1, la pallina magica

Zylia ZM-1

Uno studio di registrazione portatile in una sfera di diametro ridotto: una batteria di microfoni (19 capsule) con registrazione high-end a 24 bit, in combinazione con il software Zylia Studio, permette di catturare il suono in modo innovativo, sia in 3D/360 gradi che in stereo tradizionale e non solo

Dalla collaborazione fra Infineon Technologies AG e Zylia, nasce uno studio di registrazione portatile davvero innovativo, compatto e leggero. Il tutto si basa innanzitutto su un’unità di cattura, di forma vagamente sferica, che integra una batteria di 19 microfoni (o meglio 19 capsule trasduttrici Infineon Xensiv con risoluzione a 24 bit, caratterizzati da rumore ridotto, ampia gamma dinamica, bassa distorsione e punto di sovraccarico acustico elevato) e consente agli utenti di registrare intere scene sonore con un solo dispositivo.

Utilizzando il software Zylia Studio con un laptop, ZM-1 consente la separazione di strumenti e tracce vocali dal mix sonoro complessivo registrato. Con Zylia Studio PRO è possibile ampliare le operazioni, ad esempio realizzando registrazioni surround, mentre Zylia Ambisonics Converter permette la produzione audio a 360 gradi e realtà virtuale (VR) con un maggiore controllo sul processo di registrazione e maggiori capacità di post-elaborazione.

L’unità è estremamente compatta (155 di altezza con il supporto da terra, 103 mm di profondità) e leggera (470 grammi); si collega via Micro USB 2.0, ed è compatibile con Linux, Mac, Windows.

Maggiori info al link

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Potrebbero interessarti anche...
In edicola
Tutto Digitale News
IL CINEMA DIETRO LE QUINTE