MIR, a live experience

Si avvicina a grandi passi la IV edizione di Music Inside Rimini, nato come evento dedicato alla musica e poi allargato ad ogni settore dello spettacolo, con novità anche questa volta, dal nuovo format live, all’area broadcast, quella per i sistemi integrati, i droni, realtà virtuale… con possibilità di provare dal vivo la tecnologia, le attrezzature, gli strumenti

Come dice uno degli slogan della manifestazione, il MIR è ‘a live experience’, un’esperienza dal vivo, ma anche per estensione del concetto un’esperienza tutta da vivere, fra esposizione, incontri e soprattutto possibilità di provare attrezzature e strumenti dei vari settori.

Perché se il MIR, ovvero il Music Inside Rimini, è noto e continua a tenere ben d‘occhio (e d’orecchio…) le sette note, ci sono quattro focus tematici e tanti altri stimoli, dai droni (con corsi gratuiti) alla realtà virtuale, per decidere di appuntarsi in agenda le date dal 5 al 7 maggio 2019, per la quarta edizione che si svolgerà, anche quest’anno, nei comodi padiglioni della moderna Fiera di Rimini.

Come sempre, la manifestazione vedrà la partecipazione dell’intera filiera b2b, b2expert e pubblico, nell’ambito delle macro aree Light&Sound, Professional Video, Integrated Systems e Music & DJ Producer, che offrono a MIR una panoramica completa di tutti i prodotti per il settore eventi.

Ricordiamo che Light Sound Visual è un appuntamento con aziende produttrici di tecnologie audio e luci e visual per il mondo dello spettacolo e degli eventi, mentre in Integrated Systems – che comprende in questa edizione, il nuovo progetto integrAlive, dedicato alle aziende e ai professionisti dell’integrazione di Sistemi – oltre all’esposizione troverà spazio anche un’area che riprodurrà situazioni e ambienti reali di applicazione delle tecnologie.

Ancora, da non dimenticare. Music & DJ Producer è dedicata a Produzione musicale, Digging & Djing, Eventi, Etichette musicali e soprattutto il focus, Live Broadcast Production, è dedicato appunto al mondo broadcast, ed offre tanti spunti. A partire dall’esposizione di apparecchiature per produzione live e trasmissione, oltre a un ampio programma di workshop e corsi di formazione per gli addetti del settore, sui temi e le tecnologie più attuali. Troviamo il Corso di formazione VR 360, dedicato alla creazione e sviluppo di video immersivi a 360 gradi.

Poi, da segnalare l’Area live RVM nella quale, in collaborazione con l’associazione Slow Motion, verrà riprodotto un campo da basket con regia mobile, per approfondire i temi legati alla ripresa di un evento sportivo, ed infine un corso di formazione con rilascio di crediti formativi per videogiornalisti, organizzato in collaborazione con Rai Emilia Romagna sul tema.

Appuntamento a Rimini, quindi!

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest