Caccia fotografica, a Roma c’est plus facile

Nella Capitale bastano un po’ di pazienza e una compatta per ottenere immagini naturalistiche in qualche modo d’altri tempi o meglio di altri luoghi

La caccia naturalistica foto e video resta uno dei generi più praticati da appassionati e professionisti. Un genere che ha le sue regole e le sue difficoltà, in primis quella della distanza dai luoghi che ospitano i soggetti più interessanti.
Eppure, da qualche anno (e, pare ancora per un bel po’) non è necessario acquistare un biglietto per l’Africa o l’Amazzonia: basta essere residenti a Roma (o scegliere la Capitale come meta turistica, ovviamente) per cogliere immagini davvero ‘al di là del bene e del male’.

Primo plus rispetto alla vera caccia fotografica, non c’è bisogno di guide, di abbigliamento o attrezzature particolari, e nemmeno sono necessarie esche e simili. Basta infatti girare in qualsiasi parte della città (centro storico, quartieri blasonati o periferie, poco cambia) ed avvicinarsi ad un gruppo di cassonetti; se siete fortunati l’attesa non sarà troppo lunga e potrete ammirare un esemplare di specie (di fatto) protetta, un bel ratto nostrano.
Molto più semplice avvistare uno, due, o anche tre gabbiani, che, come si sa, sono uccelli di mare, ma che amano venire in vacanza a Roma, ove il cibo è abbondante, buono ed economico.

Sporca Roma 2
Come accennato, non c’è bisogno di tante attrezzature; le istantanee che vi mostriamo sono state scattate con una compatta, senza nemmeno scendere dal motorino (unico mezzo di trasporto utilizzabile in città, considerando l’inefficienza dei mezzi pubblici, il caos del traffico ed il pericolo di aggirarsi per i 7 colli con la bicicletta) né togliersi il casco, a pochi passi dalla nostra redazione (in un’area teoricamente residenziale).

Nelle tre foto potete notare, in apertura della notizia,  un gabbiamo in volo; qui sopra, invece, un tipico ‘angolo-cassonetto’, cioè un ristorante all’aperto sui generis, e quindi, in basso, tre gabbiani in relax (due in cima, ad ammirare il panorama; il terzo a terra, sulla sinistra, a banchettare). Tutte immagini ottenute sempre senza la minima difficoltà, e sempre utilizzando una compatta con zoom 2 x e programma P.
Tre immagini, a simboleggiare i primi tre anni del mandato sindaco (sì, ora si dice sindaca, ma che cambia?), compleanno avvenuto giusto qualche giorno fa.

Sporca Roma 1

PS- Per i cinghiali, soggetti molto interessanti da riprendere e oggetto di molto scalpore all’inizio dell’anno, ci risulta un Protocollo d’Intesa fra Regione, Campidoglio e Città Metropolitana di Roma per la gestione dell’emergenza relativa a questi quadrupedi; per serpenti, leoni, e simili, invece, c’è ancora un po’ da pazientare…

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest