VerticalMovie Festival, il futuro è verticale

Inutile negarlo: oggi la maggior parte dei video realizzati sono a sviluppo verticale, grazie alla diffusione universale degli smartphone. Questa però può essere anche una nuova occasione creativa e produttiva, come dimostra l’evento in questione…


Seconda edizione per il VerticalMovie Festival, il concorso internazionale che presenta video realizzati in verticale, per l’appunto, con smartphone o con videocamera ruotata di 90 gradi rispetto all’uso normale. La durata massima è 10 minuti, mentre la scadenza è fissata al 10 settembre 2019

Verticale sarà anche lo schermo, alto 10 metri e largo 5, su cui saranno proiettate le opere selezionate, dal 10 al 13 ottobre presso MACRO, il Museo d’Arte Contemporanea di Roma, nell’ambito del progetto sperimentale Asilo

Un’idea senz’altro interessante e innovativa, quella dei patron dell’evento, Salvatore Marino (ideatore e direttore artistico) e Maurizio Ninfa (organizzatore e produttore), che vede anche Tutto Digitale in prima fila, nelle vesti di media partner

Per questa edizione 2019 il festival ha deciso di espandere il proprio campo d’azione, raccogliendo adesioni da tutto il mondo grazie alla collaborazione con varie piattaforme; al momento sono diverse migliaia i partecipanti, da 48 paesi di diversi continenti

Cinque le sezioni in concorso: Vertical Open, Vertical Doc (documentari e docufiction), Vertical Woman (per sole autrici), Vertical Smart (video girati con smartphone) e Vertical Care, dedicata al sociale e al volontariato, più altre fuori concorso (Vertical Art, Vertical Web e Maestri verticali) e 4 workshop

I propositi del VerticalMovie Festival sono quelli di formare le giovani generazioni a un uso più consapevole e artistico delle nuove tecnologie, e anche in quest’ottica si inquadrano gli accordi internazionali stretti al fine di sviluppare tecnologie audiovisive di formato verticale destinate all’infotainment

VerticalMovie sta inoltre creando un polo produttivo di contenuti esclusivamente verticali da fruire sui dispositivi mobili e, nell’imminente futuro, anche sui nuovi televisori e monitor verticali.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest