Leica M10-P “ASC 100 Edition” for cinematographers

Una versione davvero speciale di una fotocamera unica, con funzioni studiate per chi ‘fa cinema’: stiamo parlando della Leica M10-P “ASC 100 Edition”, in arrivo in autunno

Come i lettori ben sanno, visti gli articoli pubblicati al riguardo sui numeri 128 e 129 di Tutto Digitale, questo 2019 fra le altre cose ha visto il raggiungimento del primo secolo di attività dell’ASC, American Society of Cinematographers.
Un traguardo importante, festeggiato e celebrato in vario modo nel mondo, non solo dall’Associazione stessa. Per esempio, un marchio di prestigio nella fotografia (che peraltro realizza ottiche per il cinema allo stato dell’arte), infatti, ha deciso di proporre una fotocamera davvero sui generis, la Leica M10-P “ASC 100 Edition”. L’apparenza è quella di una macchina formata da un corpo M10-P e un obiettivo Leica Summicron-M 35 F/2 ASPH, ma la realtà è diversa.

La camera, infatti, è stata realizzata in collaborazione proprio con l’ASC, o meglio con alcuni membri fra i più attivi professionalmente, ed il risultato si traduce nella dotazione di due ‘accessori’ (un mirino elettronico Leica Visoflex e un adattatore PL) e nella nuova funzionalità Cine Look, che offre un’esperienza visiva unica. Con la modalità “ASC Cine Classic”, infatti, viene simulato un classico film analogico su pellicola da 35 mm, mentre la modalità “ASC Contemporary” offre lo stile digitale dei film di oggi.
Look, ma anche aspect ratio, proprio come al cinema: le proporzioni classiche usate nella cinematografia possono anche essere selezionate dal menu della fotocamera. Quando è attivata la funzione, l’esatto aspect ratio selezionato viene visualizzato come una cornice luminosa nella modalità Live View. Un’opzione che offre, a cinematographer, registi e cineasti in genere, la possibilità di ‘provare’ e valutare le scene con qualsiasi obiettivo desiderato prima ancora che inizi la ripresa: grazie infatti all’adattatore Leica M-PL-Mount in dotazione con questa versione della macchina è possibile utilizzare (quasi) tutti gli obiettivi ‘cine’ con attacco PL disponibili sul mercato.

La combinazione fra macchina, preset cine look, gestione dell’aspect ratio, possibilità di usare le ottiche PL, consente di utilizzare la fotocamera come ‘mirino digitale’ di un regista o cinematographer. E non è finita qui: con l’app Leica FOTOS, lo scouting delle location guadagna in semplicità e rapidità, poiché i risultati possono essere condivisi e discussi immediatamente con i diversi personaggi coinvolti nel progetto di ripresa.

Leica M10-P ASC

Questa Leica M10-P ‘ASC 100 Edition’, insomma, è in qualche modo una versione moderna della visione originale di Oskar Barnack trasferita su una macchina prototipo “Ur-Leica”, studiata un secolo fa come un aiuto alla cinematografia. Sembra infatti che Barnack, fra le altre cose, stesse sviluppando una soluzione per controllare gli aspetti tecnici e visivi di una scena prima delle riprese per la quale ideò appunto la Ur-Leica.

Leica M10-P ASC

Estetica e costruzione della macchina attuale riflettono la natura del prodotto e il richiamo alla tradizione. Ridotte semplicemente all’essenziale, le incisioni scurite sulla superficie cromata nera accentuano il tocco minimalista della fotocamera, ulteriormente enfatizzato dalla pelle del corpo, simile a quella della Leica SL. La finitura anodizzata color oro della Leica Summicron-M 35 f / 2 ASPH in qualche modo reinterpreta la lente in ottone dell’originale “Ur-Leica” in modo contemporaneo.

Per finire, da segnalare che il look unico della Leica M10-P “ASC 100 Edition” – che sarà disponibile nel prossimo autunno – è completato dal logo sulla piastra superiore.

www.it.leica-camera.com

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest