“La Grande Occasione” di Canon, ecco i vincitori dell’edizione
 2019

Chiuso il contest ormai storico organizzato da Canon in collaborazione con Tutto Digitale, è arrivato il momento di premiare i migliori. ‘And the winners are…’

Come ben sanno i lettori di Tutto Digitale, “La Grande Occasione”, è l’imperdibile iniziativa Canon – creata in collaborazione con la vostra rivista preferita – destinata a premiare talento e creatività di videomaker e filmmaker indipendenti. I quali, nella IV edizione di questo 2019, sono stati chiamati a realizzare un cortometraggio (di lunghezza massima 5 minuti) con una videocamera Canon Cinema EOS C200, avuta in prestito dai partner commerciali dell’azienda giapponese. Tre le categorie previste (documentario, videoclip e fiction) per il contest, a tema libero, per designare altrettanti vincitori, oltre a un vincitore assoluto.

Notte magica
Dopo un lungo e meticoloso lavoro della giuria (presieduta da Stefano Belli, Direttore di Tutto Digitale, e composta da Massimiliano Ceravolo, Director Professional Imaging Group & Marketing ITCG di Canon Italia, Ivan D’Antonio, Canon Ambassador, Gian Luca Farinelli, Direttore Cineteca di Bologna, Manetti Bros, ovvero Marco e Antonio Manetti, registi) sono stati scelti i migliori lavori, fra quasi un centinaio ammessi alla fase finale. Gli autori delle opere sono stati premiati il 16 luglio nella splendida cornice della rassegna estiva della Cineteca di Bologna “Sotto le stelle del Cinema”, in Piazza Maggiore a Bologna. Una serata gremita di pubblico, per la quale sono state calcolati oltre 5000 spettatori totali, una notte per qualche ragione magica, ricca di emozioni, non solo per i vincitori – che probabilmente hanno avuto la platea più grande del mondo per un cortometraggio – ma anche per tanti partecipanti al contest, giunti da tutta Italia per essere presenti all’evento. E, a tal proposito, dobbiamo qui segnalare il fair play, la sportività (che fa rima con signorilità) di chi non è riuscito a vincere, ma dopo la cerimonia ha fatto i complimenti ai premiati, riconoscendo il valore delle rispettive opere.

Appena prima delle premiazioni, sono saliti sul palco il ‘padrone di casa’, il Direttore di Cineteca Bologna, Gianluca Farinelli, e Paolo Tedeschi, Communication Senior Manager di Canon Italia, e quindi Marco e Antonio Manetti, e Stefano Belli. Ognuno ha speso qualche parola per raccontare la propria esperienza relativa all’iniziativa, caratterizzata ancora una volta da un grande successo.

Rullo di tamburi….
Torniamo alla premiazione, e ai vincitori. Primo a salire sul palco è stato Francis Joseph D’Costa, 1° classificato nella categoria Documentario, per il cortometraggio “The Analogic Renaissance: Gutenberg in the digital jungle”. Si tratta di un breve ma incisivo documentario sull’arte tipografica nell’epoca dei bit, che la giuria ha voluto premiare con la seguente motivazione: “Per essere riuscito a raccontare, con semplicità ed efficacia, un mondo quasi scomparso, lavorando sul filo della nostalgia, ma con lo spirito rivolto alla speranza di un nuovo futuro”. D’Costa si è quindi aggiudicato il premio previsto, una macchina fotografica Canon EOS R con obiettivo RF 24-105mm f/4 L IS USM.
Guarda il video The Analogic Renaissance: Gutenberg in the digital jungle

Successivamente è salito sul palco il 1° classificato categoria Videoclip musicale, Filippo Corbetta, con “Jesus on a tortilla – Tell me babe”. Stiamo parlando di un videoclip diverso dal solito, con una coppia di amiche protagoniste. La motivazione della Giuria è chiara: “Con l’accompagnamento di musical blues anni 50, un momento della vita di due ragazze che fuggono alla ricerca di qualcosa. Una storia alla Thelma e Louise, per un videoclip certamente originale”. Anche Corbetta ha ricevuto in premio da Canon una fotocamera Canon EOS R, con zoom RF 24-105mm f/4 L IS USM.
Guarda il video Jesus on a tortilla – Tell me babe

Ed ora il momento clou, quello della proclamazione del vincitore della categoria Fiction e del 1° classificato assoluto. Sale sul palco la giovane, emozionantissima regista Sara Donatella Cardillo, autrice de “L’amica del cuore”. Un corto – l’unico fra tutte le categorie – ad ottenere il massimo dei voti da ogni giurato, con un punteggio che gli ha valso anche il trionfo per il Primo Premio Assoluto. Del resto, si tratta di una storia breve ma completa, piacevole da vedere, o meglio, come dice la motivazione ufficiale della Giuria: “Una storia lineare, ben girata e recitata, perfettamente composta in format panoramico. Un piccolo film con vari colpi di scena, un’opera considerata dalla giuria all’unanimità come la migliore in assoluto”.
Sara Donatella Cardillo ha quindi ricevuto non solo una mirrorless Canon EOS R con ottica RF 24-105mm f/4 L IS USM, come vincitrice di categoria, ma anche una videocamera Canon EOS C200. In altre parole, con tale dotazione di apparecchiature a sua completa disposizione, aspettiamo di vedere Sara all’opera per realizzazioni più impegnative…
Guarda il video L’amica del cuore

La festa è già finita… ma gli amici non se ne vanno!
Come sempre, dopo ogni edizione, si tirano le somme. Un’operazione necessaria per cercare di capire cosa ha funzionato e cosa meno, nel tentativo di migliorare la possibile futura gestione dell’iniziativa (in tutti i suoi aspetti, certamente piuttosto complessa vista la struttura del concorso). Naturalmente, ‘si può fare di più’, e come sempre anche per questa edizione 2019 ci sono stati pro e contro, piccoli e grandi. A tal fine, quindi, tutti i partecipanti sono pregati di segnalare le proprie impressioni, con critiche costruttive e suggerimenti per eventuali future edizioni: nell’ambito del possibile, si cercherà di farne tesoro.

A fuochi spenti, valutando la situazione dal nostro punto di vista privilegiato – in quanto stretti collaboratori di alcune fasi del contest – tutto considerato riteniamo comunque l’iniziativa non solo unica (per il fatto che offre ai partecipanti l’opportunità di mettersi all’opera con una macchina di alto livello, prestata da Canon) ma anche utile per stimolare la creatività di tanti videomaker e film maker italiani, e, per alcuni, anche per farsi conoscere da un pubblico vasto.

Certo, quando sono in ballo giurie ‘umane’ le scelte diventano soggettive, e dunque personali, ma mai come in questa edizione abbiamo verificato una quasi perfetta corrispondenza fra le valutazioni dei giurati, e addirittura – nel caso de “L’amica del cuore” addirittura lo stesso voto (massimo) di tutti i membri… Considerando che si tratta di cinque giurati a titolo diverso legati al mondo video & cinema, in ogni caso di certa competenza ed esperienza, questo non ci sembra un risultato da poco…

La Grande Ocassione 2019 @ Gianni Morè

Nella foto, da sinistra, Paolo Tedeschi, Communication Senior Manager di Canon Italia,  Sara Donatella Cardillo vincitrice assoluta dell’edizione 2019 de La Grande Occasione, Filippo Corbetta 1° classificato categoria Videoclip musicale e Francis Joseph D’Costa, 1° classificato nella categoria Documentario. A seguire, Stefano Belli, Direttore di Tutto Digitale, Marco e Antonio Manetti (alias Manetti Bros) e Gian Luca Farinelli, Direttore Cineteca di Bologna.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest