Canon, nuove reflex EOS 90D e mirrorless EOS M6 Mark II

Nonostante l’impegno sul fronte RF-mount, Canon continua a produrre nuove macchine sempre più interessanti anche nei settori più tradizionali, ovvero quelli delle mirrorless e delle reflex classiche. Le ultime nate si chiamano EOS 90D ed EOS M6 Mark II, e sono rispettivamente una reflex veloce ideale per la fotografia sportiva e naturalistica, e la versione aggiornata di una mirrorless compatta di successo

Iniziamo con il dire che entrambe le macchine adottano il processore Canon di ultima generazione DIGIC 8: in altre parole, con prestazioni adeguate in termini di velocità di elaborazione, reattività e funzionalità avanzate, sia in modalità foto che video. Il processore permette anche specifici strumenti di correzione tra cui il Digital Lens Optimizer e la gestione della diffrazione.
Uguale anche il sensore, un nuovo CMOS APS-C da ben 32.5 megapixel, valore notevole per il formato APS-C. Il tutto, completato da un veloce e preciso sistema di tracciamento della messa a fuoco automatica.

Come sappiamo oggi una fotocamera ‘deve’ essere anche in grado di rirpendere video, perché viene scelta non solo da fotografi ma anche da fotovideomaker: EOS 90D ed EOS M6 Mark II offrono quindi riprese anche in 4K senza alcun fattore di ritaglio e in Full HD fino a 120 fps, a vantaggio anche dell’effetto slow motion. Da segnalare poi che la EOS 90D permette di riprendere in 4K anche applicando un “crop”, e di fatto ampliando ulteriormente la lunghezza focale dell’obiettivo usato: una funzione utile in situazioni quali la caccia fotografica e simili. Il tutto, con l’assistenza dell’apprezzata tecnologia Canon Dual Pixel CMOS AF per la messa a fuoco, disponibile sia per i video con risoluzione Full HD che per quelli in 4K.
Utili poi l’ingresso per microfono e un’uscita per le cuffie per il controllo sulla qualità del suono durante le riprese.

Canon EOS 90D

A proposito di ergonomia, la EOS 90D si presenta con un corpo ‘EOS style’, ma più leggero, con una ampia impugnatura che consente una migliore gestione della macchina soprattutto con teleobiettivi.
Due controlli multifunzione, tra cui un nuovo joystick posteriore e i consueti pulsanti EOS, è possibile accedere alle principali impostazioni e scattare in modo intuitivo. La EOS 90D è dotata di varie funzioni personalizzabili e di uno schermo touchscreen orientabile da 7,7 cm; da par suo, la EOS M6 Mark II possiede un pratico schermo inclinabile per semplificare le inquadrature quando ci si autoriprende.

Resta qualcosa da dire delle prestazioni velocistiche. La velocità massima dell’otturatore elettronico arriva a 1/16.000 sec. Studiata, come accennato, per la fotografia naturalistica o sportiva, la nuova reflex scatta fino a 10 fps mantenendo l’autofocus continuo e arriva a 11 fps in modalità Live View. Il mirino ottico – che mostra anche le impostazioni della camera – è privo di tempi di ritardo e offre la reattività necessaria per immortalare la fauna ‘dinamica’, come gli uccelli in volo. La elevata raffica di scatto e il buffer di 58 JPEG (L) consentono di scattare in modo continuo, mentre l’autonomia si estende sino a 1300 scatti (standard CIPA), il che permette di non aver preoccupazioni sulla durata della batteria.

Canon EOS M6 MARK II

In quanto alla nuova mirrorless, questa offre 14 scatti al secondo e una modalità RAW burst di 30 frame al secondo con sistema di messa a fuoco automatico. A vantaggio della cattura immagini, la EOS M6 Mark II è dotata di supporto per schede UHS-II con un buffer di scatto di 80 JPEG (L). Infine, in entrambi i modelli, la presenza della modalità focus bracketing consente una profondità di campo estesa, combinando più scatti in DPP, mentre grazie alle funzionalità Wi-Fi e Bluetooth, è possibile condividere le immagini direttamente sui canali social.

La reflex EOS 90D sarà disponibile nei punti vendita da metà settembre al prezzo di 1.359 euro (solo corpo); la mirrorless  EOS M6 MARK II, invece, arriverà alla fine del mese con un kit speciale, con lo zoom EF-M 15-45 mm e il mirino elettronico EVF DC2, al prezzo complessivo di 1.259 euro.

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest