“Ich bin ein Berliner”, dopo il Muro e oltre

Una mostra fotografica per raccontare l’evoluzione dell’Europa dell’Est dopo il crollo della “cortina di ferro”: da Berlino a Mosca, in un fotoreportage che vuole essere testimonianza storica e messaggio di libertà

Sono passati 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino e più che mai questo evento appare come uno spartiacque storico di enorme importanza, il segnale della fine di un secolo e dell’inizio di una nuova epoca.

Un anniversario che viene celebrato da una mostra fotografica in 30 immagini di scena a Milano, dal titolo “Ich bin ein Berliner” (Io sono un berlinese) in programma alla Casa di Vetro dal 28 settembre al 6 ottobre 2019.

Il riferimento è chiaro ed esplicito e ci porta al lontano 1963 con la famosa frase pronunciata a Berlino da John Fitzgerald Kennedy a testimonianza di un ideale di pace e di libertà che si sarebbe concretizzato semmai… – solo 26 anni dopo.

Autori delle immagini due fotografi italiani, Elisa Santoro e Salvatore Uccello, che sono partiti proprio dalla capitale tedesca – passando poi per Ucraina, Polonia, Romania, e arrivare infine a Mosca – per realizzare un fotoreportage sull’evoluzione dell’Europa dell’Est dopo il crollo della “cortina di ferro”.

Qui di seguito alcune delle immagini esposte nella mostra fotografica. In alto, un’immagine scattata a Łódź (Polonia) – Agosto 2015

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest