Torna CineCampus Atelier alla Festa del Cinema di Roma

Anche per l’edizione 2019 della Festa del Cinema di Roma è confermata la collaborazione tra Cinema Show – format ideato dalla rivista Tutto Digitale e MAC Film con la partnership tecnica di Canon – e la Roma Lazio Film Commission per CineCampus Atelier, iniziativa formativa fra le più attese del festival e che ogni anno può contare sulla partecipazione di un folto pubblico, con tanti affezionatissimi dell’evento.

Un format che funziona, è il caso di dirlo, grazie ad un calendario che, dal 25 a 27 ottobre, a partire dalle ore 10, nello splendido scenario dell’Auditorium Parco della Musica, appare da subito come ricco di workshop con professionisti e tecnici del cinema, incontri con gli autori, presentazioni ed esposizioni di nuove tecnologie. E tutto rigorosamente ad ingresso gratuito.

Si comincia venerdì 25 ottobre, alle ore 10, con Pietro Morana, montatore di tutti i film di Checco Zalone e dei più recenti di Carlo Verdone, oltre che di serie tv di successo. A lui il compito di aprire l’evento raccontando tutti i segreti del mestiere. A seguire, alle ore 11:15, imperdibile, l’incontro con Pino Insegno, qui chiamato, in veste di doppiatore, a svelare un aspetto senz’altro interessante del lavoro di un attore con una grande voce.

Anche sabato 26 ottobre il calendario prevede gli incontri solo al mattino, con tre appuntamenti di grande interesse. Apre la seconda giornata, alle ore 10, Marco De Angelis, produttore della serie di Netflix, Baby; sarà l’occasione per comprendere al meglio le differenze fra la produzione per il cinema e la necessità di confrontarsi con le nuove regole imposte dalla serialità sempre più presente nelle programmazioni. Seguiranno due panel più tecnici: alle ore 11:15, ci sarà Sandro Magliano, digital imaging technician di mega produzioni internazionali, fra cui, Hellboy e Ben-Hur, mentre alle ore 12:15, il microfono passerà a Giuseppe Squillaci, visual effect supervisor del recente 5 il numero perfetto e di straordinarie produzione quali Io Leonardo e Michelangelo infinito.

Gran finale domenica 27 ottobre con ben cinque incontri in programma. Si comincia, come sempre alle ore 10, con Fabrizia Iacona, una delle più importanti segretarie di edizione italiane che, nel corso degli anni, ha lavorato al fianco di registi del calibro di Ermanno Olmi e Paolo Virzì. Alle ore 11:15, invece, sarà Valentino Giannì, fonico con un ricco curriculum alle spalle (Suburra – La serie, Indivisibili) a parlare della lavorazione del suono in un film, dalla presa diretta fino al mix in studio. Prima della pausa, alle ore 12:15, tornerà sul palco un amico di CineCampus Atelier, il regista Antonio Silvestre che prenderà spunto dalla sua ultima fatica, il docufilm Ralph De Palma. L’uomo più veloce del mondo, per spiegare come si realizza un documentario cinematografico anche con un budget molto limitato. Alle ore 14:30 il programma riprenderà con Michele D’Attanasio, considerato uno dei direttori della fotografia emergenti più interessanti del panorama italiano attuale e autore della cinematografia di film di successo come Lo chiamavano Jeeg Robot e Veloce come il vento. A chiusura di evento, come per ogni edizione, torna lo spazio dedicato alle prospettive tecniche del futuro. In compagnia del Direttore di Tutto Digitale, Stefano Belli, David Metalli, Vertical Segment Manager di Canon, parlerà delle prossime tendenze nel campo della ripresa cinematografica e televisiva, e presenterà le novità del marchio in questo specifico settore.

Tre giornate ricche di incontri che confermano la vocazione di CineCampus Atelier: un evento imperdibile per studenti e professionisti dell’audiovisivo, ma anche per semplici appassionati e curiosi.

PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI CLICCARE QUI

PROGRAMMA UFFICIALE CINECAMPUS ATELIER 2019

1° GIORNATA – venerdì 25 ottobre

  • Ore 10:00 – Il montaggio cinematografico: la seconda scrittura di un film.
    Con Pietro Morana (montatore di Si vive una volta sola, Tolo Tolo, Io c’è)
  • Ore 11:15 – Voice Anatomy: la voce ed il suo doppio.
    Con Pino Insegno

2° GIORNATA – sabato 26 ottobre

  • Ore 10:00 – La produzione cinematografica per la serialità, fra nuovi linguaggi e regole consolidate
    Con Marco De Angelis (produttore della serie Netflix, Baby)
  • Ore 11:15 – Il mestiere del DIT a cavallo fra scelte tecniche ed artistiche.
    Con Sandro Magliano (DIT di Hellboy, Lo spietato, Perfetti sconosciuti)
  • Ore 12:15 – Gli effetti speciali digitali: trucchi e affini per un cinema oltre l’ordinario.
    Con Giuseppe Squillaci (vfx supervisor di 5 il numero perfetto, Io Leonardo, Michelangelo infinito)

3° GIORNATA – domenica 27 ottobre

  • Ore 10:00 – Essere invisibili, ma sempre al fianco del regista: il mestiere di script supervisor.
    Con Fabrizia Iacona (segretaria di edizione di Quo Vado, Gomorra – Stagione 4, Il mestiere delle armi)
  • Ore 11:15 – Costruire lo spazio sonoro di un film, dalla presa diretta al mix in studio.
    Con Valentino Giannì (fonico di Suburra – La serie, Indivisibili, Lo chiamavano Jeeg Robot)
  • Ore 12:15 – Realizzare un documentario low budget fra immagini di repertorio e scene live action.
    Con Antonio Silvestre (regista di Ralph De Palma. L’uomo più veloce del mondo)
  • Ore 14:30 – Il direttore della fotografia e il compito di riprodurre l’immaginario del regista.
    Con Michele D’Attanasio (dop di Lo chiamavano Jeeg Robot, Veloce come il vento, L’uomo senza gravità)
  • Ore 16:00 – Prospettive future per i film maker, fra HD, 4K ed oltre: la nuova generazione di m.d.p. Canon.
    Con David Metalli (Canon Italia) e Stefano Belli (Tutto Digitale)

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest