Razer, un occhio sul gaming del futuro

I controller mobile universali Kishi, il router 5G Sila, il gaming desktop Tomahawk, e il nuovo concept Eracing Simulator: sono queste le principali novità presentate da Razer

Il futuro del gaming su cloud e mobile? Una delle aziende più orientate a rispondere alla domanda è Razer, che, nel tentativo di creare un ecosistema unificato di dispositivi e soluzioni infrastrutturali ad alte prestazioni, introduce Kishi, controller universali per telefoni iOS e Android e Sila 5G Home Router, il primo router 5G dedicato al gaming.
I nuovi Kishi offrono controlli analogici cliccabili e leve ai lati del telefono, in una soluzione universale adatta all’uso con la maggior parte degli smartphone e con i nuovi servizi di cloud gaming. Il controllo a latenza ultra-bassa è assicurato dalla connessione USB-C o Apple Lightning, e le porte pass-through consentono la ricarica del dispositivo durante il gioco.

Il concept Sila 5G Home Router – controllabile anche tramite le App Android o iOS disponibili – è un dispositivo di rete ad alta velocità studiato su misura per i gamer, in grado di offrire una latenza ridotta durante le fasi di gioco – anche su mobile – grazie al motore FasTrack proprietario di Razer. La batteria ricaricabile integrata consente, inoltre, di usarlo come hotspot mobile 5G per tornei estemporanei.

Tomahawk Gaming Desktop, realizzato in partnership con Intel, è un PC con il nuovo chassis ultra-compatto Tomahawk N1: il corpo è interamente in alluminio ed accoglie un vetro temperato su entrambi i lati che svela l’interno, con un design aperto nella parte superiore per garantire un raffreddamento efficace. La parte posteriore presenta un meccanismo a scorrimento azionabile con il minimo sforzo, per un rapido accesso alle componenti interne senza necessità di strumenti.
Tomahawk Gaming Desktop sarà fornito di processore Intel Core-i9, 64GB di DDR4 RAM, e grafica NVIDIA GeForce RTX 2080 Super. Sarà possibile aggiornare i moduli RAM e SSD sulla scheda NUC, come le ventole, la GPU e la NUC stessa.
La disponibilità del case Tomahawk N1 è prevista nella prima metà del 2020 come prodotto standalone.

Razer Eracing Simulator

Per finire, un’occhiata a Eracing Simulator (nella foto qui sopra) realizzato in collaborazione con aziende leader nella simulazione corse. Basato su Project CARS Pro, il modello integra tecnologie di Vesaro, Simpit, Fanatec e Synthesis VR, per offrire l’esperienza di guida più immersiva del momento; lo chassis del simulatore consta di un nucleo centrale ultra-resistente realizzato a mano, progettato attorno a un sistema di aggiornamento modulare. L’abitacolo si trova su una motion platform idraulica alimentata da due attuatori e da un gaming control box che mappa le superfici del terreno, la forza di gravità e i suoni in movimento per un’esperienza completamente immersiva.
Gli effetti visivi in surround reale forniti da Simpit sono realizzati tramite due proiettori Full HD che proiettano su una superficie da 128 pollici con un campo visivo di 202 gradi.
Il sistema comprende comandi di guida completi, con volante in alluminio anodizzato e fibra di carbonio rivestito in pelle liscia, levette magnetiche, controlli regolabili per un preciso cambio di marcia, e pedaliera; l’imbracatura da corsa simula gli effetti della forza di gravità applicando differenti livelli di pressione che consentono al corpo di percepire accelerazioni, velocità e curve.
Razer ha dichiarato di voler continuare a sviluppare e ottimizzare il simulatore di guida ‘definitivo’, collaborando con le migliori realtà hardware e software del settore, e di voler investire anche nelle competizioni di eracing nel prossimo futuro. Chi fosse interessato a collaborare allo sviluppo del simulatore, può scrivere a questo indirizzo: eracing@razer.com

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest