X100V, la compatta ‘street’ Fujifilm è sempre più versatile

La serie X100 di fotocamere Fujifilm è una delle preferite dagli appassionati di ‘street photography’, quelli che cercano una macchina compatta senza troppi fronzoli ma allo stesso tempo potente e versatile; con la Fujifilm X100V l’azienda giapponese affina ulteriormente la formula, con diversi aggiornamenti a livello di costruzione e funzionalità

Si chiama X100V la nuova versione della fortunata serie di fotocamere compatte Fujifilm a ottica fissa pensata per chi è in cerca di una point-and-shoot ma non vuole rinunciare alla qualità e versatilità garantite da un sensore di dimensioni relativamente ‘grandi’ e a un obiettivo luminoso.
La X100V è infatti basata su un sensore APS-C CMOS X-Trans retroilluminato da 26,1 MP; a questo è affiancata un’ottica da 23mm f/2 (quindi equivalente a un 35mm nel classico formato 24 x 36) con filtro ND a 4 stop che è stata riprogettata rispetto alla scorsa versione della macchina, e garantisce ora, a detta di Fujifilm, una migliore resa, soprattuto per la risoluzione agli angoli del quadro e per le immagini con messa a fuoco ravvicinata. A proposito di messa a fuoco, il sistema AF è stato aggiornato, con processore X-Processor 4 quad-core e un nuovo algoritmo per tracking migliorato anche in condizioni di scarsa luminosità (fino a -5 EV).
La macchina permette ora di scattare con valore ISO minimo di 160 (max 12800), con la velocità della raffica che raggiunge i 20 fps (con shutter elettronico) e addirittura 30 fps (con crop del sensore 1.25x).

Significative anche le funzioni video: la X100V può infatti registrare in vero 4K (DCI 4096×2160), UHD a 30, 25 e 24p o in 2K, e Full HD anche a 60p, e ancora in Full HD a 120 fps in modalità high speed. Le clip hanno bitrate fino a 200 Mbps e c’è anche un opzione F-log (a 8 bit) per chi vuole effettuare il grading in post-produzione. In camera è inoltre possibile applicare il film-look per la simulazione del profilo della pellicola Eterna. Da citare poi, sempre per il modo video, la presenza di AF continuo con face detection, funzioni peaking e zebra pattern e la possibilità di utilizzare la porta USB-C come uscita cuffie (tramite adattatore), opzione che si aggiunge all’ingresso da 2,5 mm per microfono esterno ed all’uscita HDMI per la registrazione esterna a 10 bit 4:2:2.

Un altro aggiornamento riguarda il mirino ibrido, composto da un mirino ottico con ingrandimento 0,52x e un nuovo pannello OLED da 3,69 MP con copertura del 95% dell’inquadratura. Il display LCD 3″ posteriore è ora ‘touch’.

Per finire segnaliamo che insieme alla macchina Fujfilm ha presentato diversi accessori: ci sono un adattatore opzionale (AR-X100) con filtro di protezione PRF-49 per l’ottica che rendono la macchina resistente agli agenti atmosferici, due aggiuntivi ottici per la conversione grandangolare (WCL-X100 II, 0,8x), e tele (TCL-X100 II, 1,4x) che portano la lunghezza focale del 23mm rispettivamente a 18,4 o 32,2 mm (valori che equivalgono a  28 (0,8x) o 50mm (1,4x)  in formato 35 mm, e c’è poi una custodia in vera pelle (LC-X100V) che permette l’accesso completo alla batteria e alla scheda di memoria della fotocamera.

Fujifilm X100V sarà disponibile da fine febbraio in versione Silver o Black al prezzo di 1.529,99 euro.

www.fujifilm.it

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest