Canon EOS R5, tutto confermato per la mirrorless dei record

Super definita (8K), superveloce (raffica e AF), super tout court: le prime notizie sulle prestazioni della EOS R5 sono state confermate dal costruttore giapponese… mentre cresce l’attesa del momento della presentazione

Venerdi 13, nell’immaginario collettivo, in quasi tutto il mondo, è un giorno sfortunato. La superstizione è una cosa, la scienza un’altra. Per questa ragione Canon ha scelto esattamente venerdì 13 marzo – a un mese esatto dal precedente annuncio sulla macchina, avvenuto il 13 febbraio, per confermare quanto aveva dichiarato nella presentazione della mirrorless Canon EOS R5.

In effetti, aveva suscitato scalpore l’annuncio delle caratteristiche, in particolare quella relativa alla capacità di registrare video in 8K. Al riguardo, infatti, Richard Shepherd, Pro Product Marketing Senior Manager, ha dichiarato: “Abbiamo visto circolare molte speculazioni secondo le quali le caratteristiche tecniche annunciate per EOS R5 sarebbero “impossibili”. Il comunicato di oggi si propone di confermare una volta di più, che con questa macchina stiamo proprio raggiungendo “l’impossibile”.

Canon EOS R5

Insomma, nell’attesa della prossima presentazione ufficiale, sono confermate le caratteristiche principali della R5. La nuova nata per il sistema Full Frame EOS R, per iniziare, registra video 8K (fino a 30p) internamente, sfruttando l’intera larghezza del sensore. Da notare che anche in questo formato – che ricordiamo, si traduce in quattro volte il numero dei pixel rispetto all’attuale 4K – la Canon EOS R5 supporta la collaudata tecnologia di messa a fuoco Dual Pixel CMOS AF.

A proposito di autofocus, Canon conferma infine che la EOS R5 dispone di funzione per il riconoscimento degli animali (cani, gatti, uccelli), basato sull’identificazione degli occhi (ovvero a quella del muso e del corpo nelle circostanze in cui gli occhi non sono rilevabili).

Confermate anche caratteristiche già annunciate, come le notevoli prestazioni nella modalità di scatto a raffica (12 fps con otturatore meccanico e 20 fps con otturatore elettronico), di un inedito sistema proprietario di stabilizzazione ottico/elettronico in-camera che funziona in combinazione con i sistemi integrati negli obiettivi, la possibilità di  trasferimento automatico dei file direttamente alla nuova piattaforma cloud del costruttore giapponese (image.canon).

Confermata, infine, anche la presenza di doppio slot per schede di memoria, mentre non si hanno informazioni per quello che riguarda disponibilità e prezzo.

Nell’attesa quindi del lancio ufficiale, probabilmente non troppo lontano, tenere d’occhio il nostro sito per altri dettagli e reperibilità sul prodotto.

Maggiori info sul prodotto al link

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest