Premista, non c’è due senza tre

In anteprima, le prime informazioni sul Fujifilm 19-45 mm T2.9, nuovo zoom ‘cine’ Premista in arrivo nel 2021 per completare la gamma

Si arricchisce la gamma di zoom cinematografici Premista: accanto agli attuali 28-100 mm T2.9 e 80-250 mm T2.9-3.5, arriverà all’inizio del 2021 il leggero e compatto 19-45mm T2.9. E poi, un adattatore per utilizzare gli zoom MK con l’RF mount, e una primissima versione di un superzoom ‘box’ con escursione 20 x, per usi televisivi 8K.

Il nuovo obiettivo è studiato per sensori di immagine di tipo Large Format (Full Frame) e copre un cerchio d’immagine fino a 46,3 mm oltre al super 35 mm, e viene presentato dall’azienda giapponese con parole che non lasciano dubbi: lo zoom infatti produce immagini “with natural and beautiful bokeh, outstanding high resolution, accurate colour rendition, and controllable flare with minimal ghosting for capturing high dynamic range” (serve la traduzione?)

Tutto considerato, l’obiettivo è compatto e leggero: è caratterizzato infatti da una lunghezza complessiva di 230 mm con un peso di circa 3,3 kg, ovvero 25 mm e 500 g in meno rispetto agli altri modelli Premista. Tali doti di maneggevolezza favoriscono in generale le riprese a mano libera, e naturalmente l’uso con sistemi come Steadicam e simili, gru e via discorrendo.

Fra le altre caratteristiche, da segnalare il diaframma a 13 lamelle e il supporto Zeiss eXtended Data, per registrare i metadati dell’obiettivo (messa a fuoco, zoom e posizione del diaframma) durante le riprese.

Oltre al nuovo Premista, Fujifilm ha anche presentato in anteprima un nuovo zoom Fujinon SK 35-700mm per la produzione televisiva 8K, il primo del genere ‘box’ con innesto PL, studiato per offrire una resa ‘cinematica’ inarrivabile. Si tratta di un’ottica sorprendente sotto molti punti di vista, a partire dall’escursione di ben 20x (la gamma focale si estende da 35 a 700 mm, con luminosità compresa fra F2,8 – 35-315 mm – e F4,8, sino a 700 mm); un extender integrato da 1.4x trasforma l’obiettivo in un 49mm-980mm sulle fotocamere Super35, offrendo anche una copertura significativa su molte macchine di grande formato. Naturalmente, in questo obiettivo la mole non è trascurabile: parliamo di una lunghezza superiore ai 70 cm per un peso superiore ai 31 kg.

In ogni caso Fujifilm ha scelto di aspettare per produrre e distribuire questo modello per applicazioni televisive; ha deciso infatti di effettuare approfondite ricerche di mercato per valutare la possibilità di riproporre l’obiettivo in risposta alle esigenze emergenti della produzione cinematografica multi-camera.

Infine, proposto dall’azienda specializzata Duclos Lenses, arriva un adattatore per la serie di ottiche MK-R, un piccolo anello di conversione che rende gli apprezzati zoom Fujinon MK 18-55 mm e 50-135 mm compatibili con una varietà di corpi macchina con innesto RF (come ad esempio la RED Komodo Super 35 oltre alle varie fotocamere e Canon R e alla videocamera C70). Sul numero 139 di Tutto Digitale (disponibile in edicola, o in edizione elettronica) un’intervista al cinematographer e regista Paolo Sodi.

www.fujifilm.eu/it

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest