Sony FE 50mm F2.5 G, FE 40mm F2.5 G, FE 24mm F2.8 G: tre nuovi Full Frame

In casa Sony arrivano tre nuovi obiettivi della serie G, da 50, 40 e 24 mm. Tre modelli davvero compatti, che vanno a completare la gamma di ottiche full-frame

Sono passati solo pochi giorni da quanto abbiamo presentato un nuovo obiettivo Sony E-mount (il 60° della serie!) per il sistema Alpha,  ovvero il Full Frame FE 50 mm F1.2 GM (SEL50F12GM). Un modello ultraveloce, destinato ad utilizzazioni professionali, che, come indica la sigla, fa parte della prestigiosa serie G-Master.

Sono passati solo pochi giorni, e torniamo a parlare di ottiche Sony, stavolta della serie G: ben tre modelli, uguali ma diversi.

Sony FE 24mm F2.8 G

‘Uguali ma diversi’ perché i tre nuovi modelli si presentano con ingombro (68 mm di diametro x 45 mm, con filtro da 49 mm) e peso (da 162 g a 173 g) praticamente identici, e focali e valori di apertura non poi così diversi: accanto al classico ‘normale’ (FE 50mm F2.5 G, in codice SEL-50F25G), c’è un 40 mm (FE 40mm F2.5 G/SEL-40F25G), focale inedita rispetto al più comune 35 mm, e un altro classico, grandangolare (FE 24mm F2.8 G/SEL-24F28G).

Interessante notare che l’idea di realizzare modelli di focale diversa ma con ingombro simile – comunque immediatamente identificabili attraverso l’evidente indicazione di focale – deriva sostanzialmente da quanto da tempo accade in campo video cinematografico, ove non è raro trovare serie di ottiche prime (cioè non zoom) di ingombro, peso e luminosità praticamente identiche, messa a fuoco interna, e di lunghezze focali ’scalate’ nelle misure più comuni.

Sony FE 40mm F2.5 G

Si tratta di una scelta costruttiva che aiuta una più veloce e istintiva manovra di cambio ottica, mantenendo gli stessi accessori (follow focus ecc) standard. Minori integrazioni di dispositivi esterni, maggiore velocità di esecuzione delle variazioni di assetto, anche nel caso di montaggio su gimbal o droni, uguale riduzione dei costi di produzione: serve aggiungere altro?

Interessante notare che, nonostante l’aspetto sobrio faccia apparire i nuovi modelli del tutto normali, la casa giapponese si spinga a dichiarare che ‘le tre ottiche concentrano spettacolare qualità d’immagine e suggestivi effetti bokeh in un design leggero e compatto’, perfetto per i fotografi e i videomaker che vogliono ottenere ottimi risultati senza rinunciare alla massima libertà di movimento’. A detta di Sony, tali prestazioni sono dovute grazie anche ad una perfetta combinazione di elementi asferici (che preservano i dettagli fin negli angoli dell’immagine, anche all’apertura massima e con una profondità di campo ridotta) e in vetro ED (Extra-low Dispersion) che valorizzano la risoluzione ed eliminano le aberrazioni cromatiche. In particolare, nel 24mm sono adottati 1 elemento ED e 3 asferici, nel 40mm 3 asferici e nel 50mm 1 elemento ED e 2 asferici.

Sony FE 50mm F2.5 G

In quanto al bokeh, con ottiche dalla lunghezza focale piuttosto ridotta come queste, l’effetto massimo si ottiene ovviamente con macchine full frame e il diaframma completamente aperto; il risultato piacevole è poi garantito dall’apertura circolare.

Due motori lineari costituiscono la base per una messa a fuoco automatica (AF) precisa e immediata, anche negli scatti dinamici: in tal modo è possibile tenere sotto controllo il soggetto anche quando si muove, grazie alla capacità di tracking. Il tutto, con estrema silenziosità, caratteristica fortemente apprezzabile.

Naturalmente, i nuovi obiettivi sono ideali per l’accoppiamento con una fotocamera full-frame, ma possono anche essere utilizzati con i modelli APS-C; in questo caso, ovviamente, cambia la lunghezza focale equivalente, ma non cambiano le doti di risoluzione elevata, funzioni intuitive e autofocus rapido, preciso e silenzioso.

©Bertrand Bernager Ottica Sony

Bisogna aggiungere qualche parola sulle distanze di messa a fuoco. L’FE 50mm F2.5 G presenta una distanza di messa a fuoco minima di 0,35/0,31 m (MF) e un ingrandimento massimo di 0.18/0.21x (entrambi valori in AF e MF, rispettivamente); per l’FE 40mm F2.5 G i valori sono 0,28/0,25 m (fuoco) e 0.20/0.23x (ingrandimento), ed infine l’FE 24mm F2.8 G si attesta su una distanza di messa a fuoco minima di 0,24/0,18 m e con un ingrandimento massimo di 0.13/0.19x.

Costruttivamente, pur con un ingombro così ridotto, i nuovi obiettivi ospitano un pulsante per il mantenimento della messa a fuoco, un selettore della modalità, una ghiera per il diaframma (più intuitiva rispetto al comando dalla macchina, con commutazione on/off degli stop) e un interruttore per la regolazione a scatto dell’apertura del diaframma. Il pulsante di blocco della maf si può personalizzare dal menu, assegnandolo alla funzione più utile.

Da segnalare che il Manual Focus è a risposta lineare, a vantaggio della massima precisione durante l’uso.

La disponibilità dei nuovi obiettivi FE 50mm F2.5 G, FE 40mm F2.5 G e FE 24mm F2.8 G è prevista a partire da fine aprile 2021

www.sony.it

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest