Parola ai film (recensione)

Libri che parlino di critica cinematografica, di analisi storica di film, di approfondimenti su tutti gli aspetti della settima arte e via discorrendo sono comuni, e risulta anche difficile seguire le uscite diverse che si susseguono a ritmo serrato. Siamo quindi ben contenti di aver scoperto questo testo, scritto a quattro mani da Bartolo Ayroldi Sagarriga e Umberto Curi, che nel retro copertina dichiara l’ambizione di tentare di ‘(…) restituire i contenuti intellettuali e formali alla base di alcuni film più noti dell’ultimo decennio. Una ricerca tesa a far emergere i presupposti filosofici impliciti che hanno ispirato e mosso gli autori di queste opere. Non per spiegare i film, ma per aprire uno o più orizzonti che ne permettano una fruizione più ampia ed approfondita (…)’. Sulla carta, insomma, un testo al tempo stesso impegnativo e stimolante; un testo che poi si è rivelato tale alla lettura, fatte salve le opinioni di ciascuno che magari – inevitabilmente, per il principio ‘de gustibus’ – avrebbe preferito indagare altri titoli più amati o solamente più conosciuti. In ogni caso, un libro che offre infiniti spunti di riflessione, utile per (ri) vedere con un altro occhio alcuni film importanti. E scoprire tante ‘piccole cose di grande importanza’ che possono davvero fare la differenza.

Parola ai film
Mimesis Edizioni
di Bartolo Ayroldi Sagarriga e Umberto Curi
Pag. 200 – 45,00 euro

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest