I film della dolce vita (recensione)

Non c’è certo bisogno di essere cinefili per capire cosa significhi ‘dolce vita’. Ci riferiamo a un film fondamentale per la storia del cinema, ovviamente, ma non solo, perché queste due parole accoppiate in qualche modo indicano un momento unico della storia italiana, un fenomeno di costume noto in tutto il mondo.

Tornando al cinema, è indubbio che – dalla Dolce Vita in poi – negli anni ’60 siano usciti sul grande schermo pellicole davvero importanti, significative. L’autore di questo libro – critico cinematografico, docente alla Sapienza, scrittore ed altro – ne ha individuati una decina, che sono analizzati in dettaglio nella seconda parte del volume. Le precedenti 50 pagine, invece, offrono una visione di vari temi legati agli anni ’60, ma partono qualche anno prima: dalle mutazioni della società e del pubblico alla crisi degli autori della seconda parte del decennio; per i curiosi (e soprattutto gli studiosi appassionati) ci sono tante informazioni da leggere, su cui poi magari riflettere.

Un libro importante e decisamente interessante, insomma, almeno per chi sappia coglierne l’intensità. Un volume, nel classico stile grafico dell’editore, che per qualche motivo si configura quasi come ‘libro di testo’ per studenti di cinema, come dimostra anche la bibliografia finale, ricca di annotazioni.

I film della dolce vita
Cinema d’autore degli anni Sessanta
Dino Audino Editore
di Emiliano Morreale
2021, pp. 168 – 19,00 euro

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest