Sab 21 Maggio 2022

Epson, tris di proiettori fino a 20.000 lumen

Epson EB-PU2220B

Epson presenta i proiettori EB-PU2200U, tre modelli leggeri e compatti con sorgente laser e luminosità fino a 20.000 lumen, pensati per auditorium, sale conferenze ed eventi live.

Nuova serie di videoproiettori 3LCD da Epson: la gamma EB-PU2200U include tre modelli da 13.000, 16.000 e 20.000 lumen. I proiettori sono pensati per auditorium, sale conferenze ed eventi live e hanno dimensioni compatte e un consumo ridotto.

I nuovi modelli hanno ottica intercambiabile, pannello con risoluzione WUXGA 1920 x 1200, supporto HDR e funzione 4K Enhancement per accettare segnali UHD in ingresso. La sorgente laser ha una durata dichiarata di 20,000 ore, mentre tra le connessioni sono da citare USB, HDMI, DVI, Wi-fi, NFC e 3G SDI con possibilità di daisy chain.
I videoproiettori sono pensati anche per integrarsi con le infrastrutture già presenti, offrendo versatilità di installazione (il modello da 20.000 lumen in particolare è, a detta di Epson, il più piccolo e leggero al mondo nella categoria) e manutenzione ridotta grazie al sistema di raffreddamento a liquido ed al motore ottico a tenuta ermetica. Da citare inoltre il supporto allo stacking senza bisogno di PC, per impilare due videoproiettori e raddoppiare la luminosità totale.

Le sigle dei modelli con scocca di colore nero sono EB-PU2213B (13.000 lumen), EB-PU2216B (16.000 lumen) e EB-PU2220B (20.000 lumen), mentre i modelli con scocca bianca sono siglati EB-PU2113W (13.000 lumen), EB-PU2116W (16.000 lumen) e EB-PU2120W (20.000 lumen).

www.epson.it

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Potrebbero interessarti anche...
Epson Sede Italiana

Epson, doppia festa

L’azienda giapponese festeggia 20 anni al vertice del settore della proiezione, e nomina Massimo Pizzocri nuovo Vice President Professional Displays. Buone notizie e nuove nomine

Luci in vigna

Luci in vigna, il Chianti dà spettacolo

Ci voleva l’estro della famiglia Cecchi e la tecnica di Epson per dare vita a questo straordinario progetto: la prima installazione artistica luminosa nei vigneti del Chianti Classico, che ha illuminato – è davvero il caso di dire – tutto il periodo festivo

In edicola
Tutto Digitale News
IL CINEMA DIETRO LE QUINTE