Lun 20 Maggio 2024

Blackmagic Ethernet Switch 360, il primo switch di rete

Blackmagic Ethernet Switch 360

Un apparecchio per un settore finora non affrontato dall’azienda australiana, con caratteristiche ideali per l’industria cine/televisiva: il suo nome è Ethernet Switch 360

Questo passaggio necessita di una breve introduzione. Lo standard SMPTE-2110 è nato per affiancare e sostituire lo standard SDI, inviando dei flussi audio/video separati – di altissima qualità, non compressi, e sincronizzati da un protocollo PTP – su cavi di rete. Per alcuni osservatori era infatti ritenuto molto più pratico ed economico sia ottenere l’audio senza doverlo de-embeddare, sia cablare un sistema utilizzando cavi ethernet e connettori RJ45 rispetto ai cavi video coassiali con connettori BNC dell’SDI.

Nella realtà sono passati alcuni anni ma l’ST-2110 non ha preso piede, se non presso i grandi broadcaster, soprattutto perché la struttura necessaria non è alla portata di tutti, e le periferiche sono state, fino ad oggi, molto costose. Le cose potrebbero cambiare, visto che Blackmagic al NAB 2024 ha però sfornato una serie di soluzioni per democratizzare anche questo protocollo, in cui i segnali video UHD necessitano di banda da 10Gb per porta, e i Full HD di 2,7Gb.

La novità principe, che segna ufficialmente l’ingresso del costruttore australiano in un settore finora non affrontato – quello degli switch di rete – si chiama Blackmagic Ethernet Switch 360P. Un prodotto con caratteristiche ideali per l’industria cine/televisiva, che si caratterizza per prestazioni altissime e tempi di latenza molto bassi, ed ha 16 porte 10GbE e due slot QSFP da 100GbE, che possono ospitare moduli in rame o in fibra ottica.

A differenza degli switch in uso nel mondo IT, Blackmagic ha assecondato le necessità del settore televisivo, posizionando tutte le connessioni nella parte posteriore e dunque semplificando la realizzazione degli impianti; ma ha lasciato spazio libero nel frontale, per un’altra caratteristica di spicco di questo strumento, i controlli da matrice video! Il pannello frontale ricorda esattamente il Master Control per le matrici SDI, con tasti, display LCD e rotary control e permette sia di effettuare commutazioni punto punto, che dei routing multicast di video IP 2110. Ciò consente di effettuare le modifiche senza dover ingaggiare esperti di reti informatiche, o peggio, nelle strutture gestite, di dover far intervenire gli amministratori di rete. Chi lavora in televisione sa quanto sia difficile far dialogare i tecnici video con quelli informatici, che hanno abitudini e turni di lavoro completamente differenti.

Oltre ad una porta USB-C per la gestione, nella parte posteriore si trovano due porte di alimentazione, una a corrente continua a 12V ed una per la classica alternata da 110-240V, ma anche due connettori monitor, SDI e HDMI. Collegando un display, viene infatti visualizzato il carico di lavoro per ciascuna porta dello switch!

Blackmagic Ethernet Switch 360P è disponibile da luglio 2024 a 2.765,00 Euro+IVA

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...
Blackmagic Video Assist 5" e 7" 3G

Blackmagic Video Assist, calano i prezzi

Fra le notizie dal NAB relativa a Blackmagic non ci sono solo quelle dei nuovi prodotti: bisogna anche ricordare la riduzione di prezzo consistente su tutta la linea dei monitor recorder portatili Video Assist…

Blackmagic URSA Cine 12K

Blackmagic URSA Cine 12K, “la camera dei sogni”?

Una trentina e forse più di novità Blackmagic al NAB 2024: quella forse più interessante per chi riprende è la nuova URSA Cine 12K. Come vedremo, per le sue caratteristiche, in qualche modo è “la camera dei sogni”…