Sab 22 Giugno 2024

Arri, i miei primi 100 anni

In questo 2017 si festeggia il primo centenario dalla fondazione della nota azienda tedesca da parte dei due amici, August AR(nold) & Robert RI(chter), cioè ARRI! Fra storia e leggenda, il racconto di un nome che è sinonimo di tecnica cinematografica allo stato dell’arte

Più di 120 anni sono passati da quel giorno, il 29 dicembre 1895, che per convenzione – in corrispondenza con la prima effettiva proiezione pubblica ad opera dei fratelli Lumière – segna la nascita del ‘cinematografo’ come lo conosciamo oggi.

Non a caso la prestigiosa Cinématheque di Parigi ha recentemente dedicato a questo memorabile periodo della storia una magnifica rassegna, della quale parliamo nel numero di Febbraio di Tutto Digitale, e che presenteremo in dettaglio – come un appassionante romanzo fra arte e tecnica – nei prossimi numeri della rivista.

E non a caso, nell’ambito degli infiniti eventi collegati a questa rassegna, nel palazzo che ospita la cineteca-museo si è tenuto il 13 gennaio scorso un incontro dedicato al lancio di un imminente anniversario, davvero importante, ovvero il primo centenario di Arri. A dire il vero, l’anniversario cadrà effettivamente il prossimo 12 settembre 2017, ma, vista l’importanza di un traguardo così rilevante, l’intero anno sarà caratterizzato da eventi e festeggiamenti che vedranno i 1300 dipendenti di tutto il mondo in prima fila, per renderlo – è davvero il caso di dire – speciale.

Un anno di festa, di celebrazioni, che vedrà il suo punto di massimo impegno proprio a settembre, e proprio in occasione dell’IBC 2017 di Amsterdam, massima rassegna continentale dedicata al broadcasting e al cinema , e dunque sede ideale per una azienda ormai multinazionale ma con i natali europei, e tedesca in particolare.

È infatti a Monaco di Baviera, nel 1917, che due amici – August Arnold (1898-1982) e Robert Richter (1899-1972) – decidono di affittare un piccolo locale in precedenza utilizzato da un calzolaio per far nascere un’azienda operante nell’ambito della tecnologia a pellicola. Azienda che, vista la giovane età dei due soci, in effetti fu formalmente creata dai genitori, che firmarono l’atto costitutivo. Per la scelta del nome, i due amici decidono di prendere le prime lettere dei rispettivi cognomi: dunque, Ar(nold) & Ri(chter), Arri!

Ed inizia così un’avventura che oggi raggiunge il secolo di vita, e probabilmente ha ancora mille traguardi da raggiungere…

Sul numero 111 di Tutto Digitale, trovate una prima puntata di quest’avventura affascinante che – di fatto – coincide con la storia moderna della tecnica cinematografica. Nei successivi, approfondimenti, aneddoti, e molto altro per conoscere da vicino uno dei marchi che influenzano maggiormente le produzioni cinematografiche.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...
Arri 360 Evo

La stabilizzazione (creativa) al potere

Arri annuncia un aggiornamento ottimizzato per le utilizzazioni broadcast del primo sistema antivibrazioni Trinity, Trinity Live, e presenta 360 EVO, una testa remotata avanzata, con

Arri nuova sede Roma

Arri apre a Roma

La nota azienda tedesca, fondata nel 1917 da August Arnold e Robert Richter a Monaco, inaugura una nuova sede a Roma, al quartiere Prati Arri,

Arri Alexa Mini LF ora con Reveal

Arri Alexa Mini LF, ora con Reveal

Piccola-grande novità in casa Arri. L’aggiornamento Sup 7.2 (ovvero Software Update Package 7.2, nella definizione dell’azienda tedesca) trasforma la Alexa Mini LF in un modello

Tutto Digitale 149

È primavera, arriva Tutto Digitale 149

Siamo entrati nella stagione primaverile, accompagnata dall’uscita del nuovo fascicolo di Tutto Digitale… una ventata di freschezza e di ottimismo nel segno dell’hi-tech!
Leggi di più e scopri gli articoli e i test del numero 149 disponibile in edicola e in formato digitale…