Sab 22 Giugno 2024

Italia, +300% per gli attacchi malware: è record

TrendMicro

Il report annuale delle “minacce” web di Trend Micro evidenzia un triste record per il nostro paese: gli attacchi crescono vertiginosamente e l’Italia, fra i colpiti dal malware, è il quarto al mondo e il primo in Europa

Una notizia che non ci fa piacere: secondo quanto emerge da “Rethinking Tactics: 2022 Annual Cybersecurity Report”, il report di Trend Micro Research sulle minacce informatiche che hanno colpito nel corso dell’anno passato, l’Italia resta tra i Paesi più colpiti al mondo dai cybercriminali e registra un aumento degli attacchi malware del 300% rispetto al 2021. In altre parole, l’Italia è il quarto Paese al mondo e il primo in Europa, esattamente come l’anno scorso.

In dettaglio, ecco i numeri del 2022

Il numero totale di malware intercettati in Italia nel 2022 è di 246.941.068, rispetto ai 62.371.693 dell’anno precedente, con un aumento di circa il 300% (!?). In quanto al Macro Malware, l’Italia è il sesto Paese al mondo più colpito, con 17.400 attacchi contro i 6.861 dell’anno scorso.

In quanto al ransomware, l’Italia è il quarto Paese più colpito in Europa, mentre le minacce via e-mail che hanno colpito l’Italia nel 2022 sono state ben 265.156.190 (!)

Le visite ai siti maligni sono state 13.855.394; i siti maligni ospitati in Italia – e bloccati – sono stati 332.012, mentre il numero di app maligne scaricate nel 2022 è 72.072.

Infine, i malware unici di online banking intercettati sono stati 8.251

A livello globale, è stato registrato un numero record di avvisi di vulnerabilità diramati dalla Zero Day Initiative Trend Micro (1.706), per il terzo anno consecutivo.

Il numero di vulnerabilità critiche è raddoppiato rispetto al 2021. In tutto il mondo, Trend Micro ha bloccato nel 2021 un totale di 146.408.535.569 minacce, facendo registrare un incremento del 55% rispetto all’anno precedente. Circa 80 miliardi di minacce sono arrivate via mail.

Al di là dell’importanza di dotarsi di sistemi di protezione adeguati, bisogna ricordare che in primis deve essere l’utente a proteggersi, evitando di “accettare caramelle dagli sconosciuti”, per così dire, ovvero usando la testa e riducendo al massimo “esperimenti” non necessari. A buon intenditor…

Il report completo è disponibile a questo link

sito Trend Micro

 

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...