Sab 22 Giugno 2024

Apple M3 debutta su iMac e MacBook Pro

MacBook Pro M3

Apple ha presentato i nuovi iMac e MacBook Pro: sono i primi modelli dell’azienda che adottano i chip di ultima generazione M3, M3 Pro e M3 Max

Apple ha tenuto un evento per la presentazione dei nuovi SoC M3, M3 Pro e M3 Max e dei primi apparecchi che li adotteranno, iMac e MacBook Pro. I SoC sono realizzati con tecnologia a 3 nanometri e promettono prestazioni migliorate in particolare sul lato GPU – con il debutto su Mac dell’accelerazione hardware per il raytracing, CPU e Neural Engine più veloci, supporto alla memoria unificata fino a 128 GB e una maggiore efficienza energetica rispetto al passato.

Il chip M3 debutta innanzitutto su iMac: il computer all-in-one è offerto in versioni con CPU a 8 core e GPU da 8 o 10 core, memoria unificata con opzioni da 8 a 24 GB, e unità SSD da 512 GB a 2 TB; le novità permettono di ottenere prestazioni migliorate fino a due volte rispetto il precedente modello M1. Rimangono invariate rispetto al passato le dimensioni del display Retina 4.5K da 24″, mentre fra le opzioni di connettività sono da segnalare due porte Thunderbolt/USB4; due ulteriori porte USB 3 e un ingresso ethernet sono presenti sui modelli con GPU a 10 core. I nuovi iMac con chip M3 saranno disponibili in sette diverse colorazioni.iMac M3Tutte e tre le varianti del SoC M3 trovano spazio all’interno della nuova gamma di MacBook Pro, che nelle configurazioni ‘base’ è divisa in cinque modelli da 14″ e quattro modelli da 16″.
M3 – nella variante con CPU 8 Core e GPU a 10 Core – è riservato a due MacBook Pro da 14″, accanto a opzioni M3 Pro con CPU da 11 e 12 core e GPU da 14 e 18 core e M3 Max con CPU a 12 e 14 core e GPU da 18 a 30 core. A seconda della combinazione la quantità di memoria unificata può essere scelta in tagli che partono da 8 GB e arrivano fino a 128 GB, mentre lo spazio di archiviazione su SSD è variabile fra i 512 GB e gli 8 TB.
Le caratteristiche dei MacBook Pro da 16″ ricalcano quelle dei modelli da 14″ con l’assenza però dei modelli M3. Le opzioni M3 Pro partono inoltre da CPU 12 core e GPU 18 core con 18 o 36 GB di memoria unificata; le varianti M3 Max hanno CPU a 14 core o 16 core con GPU da 30 o 40 core e memoria unificata da 36 a 48 GB.
Oltre alle prestazioni migliorate, e al supporto del raytracing, i nuovi chip permettono ad alcune versioni dei laptop di raggiungere un’autonomia dichiarata fino a 22 ore. I MacBook Pro hanno display Liquid Retina XDR con risoluzione 3024×1964, webcam 1080p, due o tre porte Thunderbolt/USB 4, connettore HDMI, lettore schede SDXC e jack cuffie. Da citare poi che sui nuovi MacBook Pro – ma solo nelle versioni con M3 Pro e M3 Max – debutta la  colorazione Nero Siderale (in apertura), che si affianca alla classica Argento e sostituisce il Grigio Siderale con una finitura anodizzata studiata anche per diminuire le impronte sulla scocca.

Il sistema operativo dei nuovi Mac è macOS Sonoma, recentemente rilasciato e dotato di diversi aggiornamenti: fra questi i widget , la modalità sovrapposizione per videoconferenze, migliorie per Safari e modalità gioco.

I nuovi Apple iMac e MacBook Pro possono già essere ordinati e saranno in vendita dal 7 novembre; i prezzi di iMac partono da 1.859 euro, mentre per i MacBook Pro servono 2.049 euro (14″ M3), 2.599 euro (14″ M3 Pro) e 3.099 euro (16″ M3 Pro).

www.apple.com/it

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...