Sab 25 Maggio 2024

Blackmagic, nuovi Television Studio HD8 e Microphone Converter per la famiglia ATEM

Blackmagic Design ATEM Television Studio HD8

È stato Grant Petty in persona, estroso fondatore e CEO di Blackmagic Design, a presentare gli ultimi nati nella gamma ATEM, ovvero i modelli Television Studio HD8 (nelle versioni standard ed ISO) e Microphone Converter. Una ragione ci sarà…

Sono passati ormai quasi tre lustri da quando l’azienda australiana ha acquisito EchoLab e la tecnologia dei suoi mixer video ATEM. In questi tredici anni Blackmagic ne ha lasciato immutata la filosofia avveniristica, ma ha aggiunto man mano caratteristiche e funzionalità per trasportare detti mixer nel presente e nel futuro.

Oggi Blackmagic Design continua questo percorso presentando una nuova linea di switcher ATEM, la Television Studio HD8, che include i modelli standard ed ISO. La differenza principale tra i due è nella capacità, nel secondo, di registrare tutte le sorgenti video separatamente, per poter intervenire in post produzione a fine evento, come negli altri modelli ISO della gamma ATEM Mini.

Entrambi i modelli vanno a sostituire in gamma i “vecchi” ATEM Television Studio Pro 4K. Come dice il nome, gli Studio HD8 non sono 4K, e supportano in ingresso ed in uscita segnali HD e Full HD fino a 60fps. Ciò nonostante si possono considerare una sorta di pietra miliare per la casa australiana e per tutto il mondo della produzione video. A modifiche esterne evidenti, con un pannello ingrandito e migliorato nell’ergonomia, vengono infatti aggiunte una serie di funzioni cruciali per le “one man band”.

A mostrare le nuove caratteristiche è stato Grant Petty in persona, estroso fondatore e CEO di Blackmagic Design, che, per far capire il valore delle nuove soluzioni, ha sommato i prezzi del vecchio mixer e dei dispositivi Blackmagic occorrenti per fare solo una parte delle cose di ciò di cui è capace il nuovo ATEM Studio HD8: il risultato? 9000 Euro + IVA, mentre il nuovo invece costa “solo” 2.935 Euro + IVA (modello standard).

Blackmagic Design ATEM Television Studio HD8

 

Le novità sono tantissime, ma proviamo a riassumerle, in attesa magari di un test. Innanzitutto possiamo anticiparvi che la nuova linea HD8 ha ora caratteristiche audio enormemente superiori al passato, che permettono in molti casi di lasciare a casa sia il mixer audio digitale che il fonico. Ma ci sono anche un importante display aggiuntivo, le etichette elettroniche per contrassegnare le sorgenti sulla tastiera, un encoder integrato per le dirette streaming, il protocollo UVC su USB-C per dirette Zoom e social, registrazione integrata (con memoria interna/esterna opzionale), 8 uscite PGM SDI in più (12 out SDI in totale), ingresso e uscita audio con protocollo digitale MADI, switch di rete con 4 porte gigabit, porta RJ12 compatibile con RS-422 per il controllo remoto del mixer.

Tutte le caratteristiche all’avanguardia dei “vecchi” Atem Television Studio Pro 4K sono ovviamente preservate, incluso il sistema intercom integrato (ora con porta RJ45), il controllo multiutente da computer Windows e MacOs, doppio media player da 200 frame in full HD e controllo remoto avanzato delle camere Blackmagic. Tutti gli otto ingressi 3G SDI sono dotati di conversione di formato, per uniformare risoluzione e frame rate diversi al progetto corrente. Le uscite ausiliarie sono 2, 4 invece i canali per overlay di crominanza e 2 i compositor per overlay. Non mancano ovviamente il multiviewer ma soprattutto il SuperSource, prerogativa ATEM, per visualizzare fino a 4 DVE/PiP in contemporanea.

Per chiudere sottolineiamo un aspetto dell’ingresso audio MADI: si tratta di un protocollo molto diffuso nell’audio professionale, che, su un singolo cavo, permette di inviare e ricevere fino a 64 audio. Gli ATEM Studio HD8 possono quindi accogliere tanti segnali da un mixer audio, oppure  riceverli da sorgenti analogiche tramite un’altra nuovo prodotto, l’ATEM Microphone Converter, in grado di “embeddare” nel MADI 4 segnali. Mettendo in cascata più ATEM Microphone Converter, si possono quindi aggiungere di volta in volta altri 4 ingressi analogici, arrivando fino al limite fisico di 64.

Blackmagic Design ATEM Microphone Converter

ATEM Microphone Converter è stato progettato per tenere molto basso il rumore di fondo e molto alta la gamma dinamica. Ogni ingresso è dotato di commutazione per attivare l’alimentazione Phantom +48V, per eventuali microfoni a condensatore, e i connettori supportano sia XLR che jack TRS. Molto interessante l’uscita HDMI, che visualizza a monitor la forma d’onda continua dell’audio di ciascun ingresso.

Sia i mixer ATEM Television Studio HD8 che ATEM Microphone Converter sono già disponibili per l’acquisto presso i rivenditori autorizzati Blackmagic Design. Gli esborsi necessari sono di 2.935,00 euro + IVA per ATEM Television Studio HD8, 3.845,00 euro + IVA per ATEM Television Studio HD8 ISO, ed infine 389,00 euro + IVA per ATEM Microphone Converter.

www.blackmagicdesign.com

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...
Blackmagic Video Assist 5" e 7" 3G

Blackmagic Video Assist, calano i prezzi

Fra le notizie dal NAB relativa a Blackmagic non ci sono solo quelle dei nuovi prodotti: bisogna anche ricordare la riduzione di prezzo consistente su tutta la linea dei monitor recorder portatili Video Assist…

Blackmagic URSA Cine 12K

Blackmagic URSA Cine 12K, “la camera dei sogni”?

Una trentina e forse più di novità Blackmagic al NAB 2024: quella forse più interessante per chi riprende è la nuova URSA Cine 12K. Come vedremo, per le sue caratteristiche, in qualche modo è “la camera dei sogni”…